Eboli: 65mila euro per la sicurezza dei bambini e per combattere la dispersione scolastica

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Scuola_aula_classe_banchiLa capacità progettuale del comune di Eboli e del Piano di Zona Sa3 è stata premiata dal Ministero delle Politiche Sociali e del Lavoro, con un finanziamento di 65mila euro provenienti da un bando pubblico riservato agli ambiti sociali di tutto il Paese, e che per la Campania prevedeva l’ammissione al finanziamento solamente per cinque ambiti. Un risultato importante, perché l’obiettivo primario del progetto è dunque quello di aumentare la sicurezza dei bambini, migliorarne la qualità dello sviluppo e ridurne la grave dispersione scolastica che già nella metà degli anni Novanta portò Eboli a vestire la maglia nera nazionale per tale fenomeno e per il numero dei minori tribunalizzati. L’attuazione dell’intervento si realizzerà attraverso una sinergia tra Istituti scolastici, Asl, Servizi sociali del Comune e Terzo Settore.

«Sensiblità verso il disagio ed efficienza dell’azione amministrativa e burocratica ci hanno consentito di centrare questo nuovo traguardo – commenta il sindaco di Eboli, Massimo Cariello -. Pensiamo che l’azione di governo della città si misuri soprattutto attraverso l’attenzione per le fasce più deboli della popolazione  e verso tutti coloro i quali vivono condizioni di disagio e di difficoltà». Mediante la creazione di laboratori di vario tipo (ludico-ricreativo, ma anche lavorativo) i ragazzi e le loro famiglie effettueranno un percorso il cui scopo è quello di ridurre il rischio di allontanamento dei bambini dal nucleo familiare d’origine, articolando in modo coerente fra loro i diversi ambiti di azione coinvolti intorno ai bisogni dei bambini che vivono in famiglie negligenti.

«Era difficile entrare tra i primi cinque progetti ammessi a finanziamento in Campania e, per questo, lo considero un risultato gratificante – dichiara l’assessore alle Politiche Sociali, Lazzaro Lenza –, anche perché fu un progetto elaborato pochissimi giorni dopo il mio insediamento. Di questo devo rendere merito anche a chi, come gli operatori del Piano di Zona, ha contribuito a ottenere questo risultato. Un primo passo – conclude Lenza – verso una serie di interventi che saranno messi in campo a breve per reperire fondi utili a fronteggiare i bisogni sociali di questa città».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.