Arcigay a congresso a Napoli. De Magistris: “Napoli città all’avanguardia”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
arcigay_salernoSi è inaugurato ieri il XV Congresso di Arcigay Nazionale. Dopo l’insediamento della Presidenza e i saluti istituzionali ricevuti da Pietro Grasso (presidente del Senato) e Laura Boldrini (presidente della Camera) sono stati l’Assessora alle Pari Opportunità della Regione Campania Chiara Marciani (che ha portato i saluti del Governatore della Campania Vincenzo De Luca) e il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris a dare il via agli interventi

Nella sede istituzionale della Sala dei Baroni del Maschio Angioino (per l’occasione illuminato di rosa), da lui fortemente voluta come sede del Congresso, De Magistris e ha ricordato il rapporto tra l’Amministrazione e l’Associazione sviluppatosi  negli ultimi quattro anni, definendo l’Arcigay una realtà fondamentale del territorio.

De Magistris ha reso noto che, in mattinata, ha preso parte a una Giunta Comunale in cui si è fatta un’importante modifica alla delibera per l’accesso al Registro delle Unioni Civili – fin ora limitato alle coppie in cui entrambe i componenti erano residenti a Napoli – adesso accessibile anche quando solo uno dei componenti la coppia è residente.

“Un gesto importante – lo ha definito Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoliche ribadisce che conferma Napoli una città all’avanguardia nelle battaglie per le lotte civili”

“A cominciare dal titolo della vostra iniziativa – ha esordito il Sindaco – si comprende quanta consonanza ci sia tra le vostre battaglie il nostro modo di intendere l’amministrazione della città: amore e diritti”

Il Sindaco ha ricordato le  battaglie intraprese in attesa dell’intervento del legislatore nazionale: il registro delle Unioni Civili, la trascrizione dei matrimoni contratti all’estero tra persone omosessuali e il “conflitto istituzionale” con il Prefetto generato dalla trascrizione dell’atto di nascita del piccolo Ruben.

Chiara Marciani ha ricordato quanto fatto negli ultimi mesi in Regione, dall’adesione alla rete Ready e tutte le altre azioni – fatte su sollecitazione dell’Arcigay – che stanno colmando un ritardo della Regione in materia di diritti civili

Anche Roberto Saviano – nel messaggio inviato ai 141 delegati, provenienti da 55 città, impegnati nei lavori congressuali – ha sottolineato le mancanze delle istituzioni, invitandole a non considerare secondarie le battaglie per i diritti civili:

“Lo Stato deve creare le condizioni perché ognuno di noi possa essere un cittadino felice. Mentre la politica si occupa di scuola, di sanità, di lavoro, si deve impegnare anche a garantire ai cittadini i diritti fondamentali di cui non si può più fare a meno. Perchè siamo già in terribile ritardo”

In merito alla vicenda del piccolo Ruben, il costituzionalista Massimo Villone, spiega che quanto accaduto avviene quando il formalismo giuridico entra in campo e quando i giuristi parlano di “ordine naturale” (secondo cui il matrimonio è solo quello tra uomo e donna).

Villone ha ribadito che il principio di eguaglianza è un pilastro del costituzionalismo moderno da 200 anni questa parte come nella Costituzione italiana vigente. Nonostante questo il ddl Cirinnà (che non parla di “matrimonio egualitario” né di adozione ) “dorme sogni indisturbati” . Questo perché il legislatore, piuttosto che guardare al futuro, si rivolge al passato.

Numerose le associazioni presenti: da quelle lgbt (Arcilesbica, Famiglie Arcobaleno, Mit) alle sigle sindacali  (Cgil e Uil), oltre all’Arci, le Acli ma anche il Telefono Azzurro e la Chiesa Valdese.

ATTACCO TERRORISTICO A PARIGI, IL CONGRESSO NAZIONALE DI ARCIGAY SI FERMA PER RICORDARE LE VITTIME

SI è aperta con un minuto di raccoglimento a ricordo delle vittime della strage di Parigi la seconda giornata del XV Congresso nazionale ArciGay, in corso al Grand Hotel Parker’s di Napoli. “Abbiamo accolto con orrore e sgomento la notizia del massacro compiuto da un commando terroristico nella capitale francese” spiega Flavio Romani, presidente di Arcigay. “Vogliamo rivolgere a chi Oltralpe è stato colpito da questa feroce rappresaglia la nostra totale vicinanza e il nostro cordoglio. La condizione di insicurezza, paura  e limitazione dei diritti in cui questi fatti ci fanno piombare riguarda tutti e tutte. Ed è grave e insopportabile. Perciò tutte e tutti oggi siamo chiamati a riflettere lucidamente, scansando gli sciacallaggi e nell’ottica di una responsabilizzazione piena rispetto a quanto accaduto. È proprio in momenti come questi che ci dobbiamo stringere attorno al valore dell’uguaglianza di tutte e tutti e con forza opporci a ogni possibile arretramento, mosso dall’emotività o dalle strumentalizzazioni”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.