FAI – fino a venerdì 20 novembre in Campania “Mattinata Fai per le scuole”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
FAI_di_PrimaveraIl Settore Scuola Educazione delFAI – Fondo Ambiente Italianoinvita gli studenti delle scuole di tutta Italia a scoprire il patrimonio storico artistico delle loro città, accompagnati e guidati da altri studenti, gli Apprendisti Ciceroni®, appositamente preparati dai volontari FAI e dai loro docenti.

 

Grazie alle Delegazioni FAI attive su tutto il territorio nazionale saranno aperti, gratuitamente e in esclusiva per le classi di ogni ordine e grado, 122 meravigliosi tesori in oltre 95 città d’Italia, poco conosciuti e spesso chiusi al pubblico.

In orario scolastico gli studenti delle classi avranno così l’occasione di partecipare a visite guidate condotte da loro coetanei, con l’obiettivo di avvicinare il mondo dei giovani alla storia e alla cultura del luogo e di vivere un’insolita esperienza di “educazione tra pari”.

 

In Campania le visite si terranno da martedì 17 a venerdì 20 novembre e i beni aperti saranno:

 

Chiesa dell’Annunziata e Aula Cultuale di Palazzo Pedace, Salerno

La storia della Chiesa dell’Annunziata risale al Quattrocento, ma il suo aspetto attuale rispecchia la ricostruzione del 1627. L’interno, a pianta longitudinale con abside e cupola emisferica, decorato con motivo a cassettoni e rosette, costudisce un altare maggiore di marmo policromo con motivi floreali in stile barocco, realizzato nel Settecento dallo scultore Matteo Bottiglieri.

Vicino alla chiesa, il Palazzo Pedace che conserva ancora il raffinato aspetto sei-settecentesco e presenta una stratificazione storico-artistica di enorme importanza: durante i lavori di restauro sono venuti alla luce un colonnato medievale con archi acuti e una volta decorata con pitture del tardo XVIII secolo.

Il sito sarà aperto nei giorni 17, 18 e 19 novembre dalle ore 8.30 alle ore 12.

 

Stazione Neapolis, Napoli

Ambiente museale che conserva una grande quantità di reperti archeologici, risalenti alle diverse fasi dell’occupazione e civilizzazione di Napoli, la Stazione Neapolis, riscoperti nell’Ottocento,sorge nel corridoio di collegamento tra il Museo Archeologico Nazionale e la stazione metropolitana “Museo”, con lo scopo di illustrare i risultati delle campagne di scavo nei siti metropolitani della città.

Il sito sarà aperto nei giorni18 e 19 novembre dalle ore 9.30 alle ore 13.

 

Anfiteatro Flavio, Pozzuoli (NA)

Della seconda metà del I secolo d.C. e attribuito agli stessi architetti del Colosseo, l’Anfiteatro Flavio ha una pianta ellittica con una facciata costituita da tre ordini di arcate sovrapposte, poggianti su pilastri e sormontati da un attico. Grazie a una conservazione perfetta e integrale dei sotterranei è stato possibile farsi un’idea chiara del complicato meccanismo degli spettacoli e del complesso sistema di sollevamento delle gabbie con le belve. Per dimensioni è la terza arena del mondo romano, dopo quelle di Roma e Capua, situata là dove un tempo si incrociavano le principali vie della regione.

Il sito sarà aperto nei giorni18 e 19 novembre dalle ore 9.30 alle ore 13.

 

Complesso archeologico dei Santi Quaranta, Benevento

I Santi Quaranta sono i resti di un lungo criptoportico di età romana, un sistema di gallerie coperte a volta risalente al II-I secolo a.C. usate come passaggio pedonale, probabilmente pubblico. Il sito prende il nome da una chiesa sortavi sopra nel medioevo e dedicata proprio ai quaranta martiri di Sebaste in Armenia, morti congelati per difendere la propria fede cristiana durante le persecuzioni del 320 d.C.

Il sito sarà aperto nei giorni19 e 20 novembre dalle ore 10 alle ore 12.30.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.