Troppe tasse: Salerno è terza in Italia per pressione fiscale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
commercialisti_calcolatrice_conti_tasseSalerno sotto pressione fiscale. Le famiglie salernitane devono versare all’erari annualmente 7.648 euro. Numeri che collocano la città capoluogo al terzo posto in Italia tra le città con il numero maggiore di tasse.  Il dato emerge dalla ricerca della Cgia di Mestre che ha misurato l’incidenza sui redditi familiari del peso complessivo di Irpef, addizionali comunali e regionali all’Irpef, bollo auto e Tari.
Al primo posto c’è Reggio Calabria. Al secondo posto di questa graduatoria troviamo Napoli: nel capoluogo
campano le tasse che gravano su una famiglia media pesano 7.658 euro mentre le famiglie salernitane devono versare all’erario annualmente 7.648 euro.

Ai piedi del podio si collocano Messina (7.590 euro), Roma (7.588 euro), Siracusa (7.555 euro), Catania (7.547 euro) e Latina (7.540 euro). La prima città del Nord è Genova che si «piazza» al tredicesimo posto, con 7.405 euro.
Le città meno tartassate, invece, si trovano a Nordest: nelle ultime 6 posizioni ben 4 sono occupate da Comuni veneti e friulani: Verona (7.061 euro), Vicenza (6.986 euro), Padova (6.929 euro) e Udine (6.901 euro).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Che bello vivere a Salerno ma soprattutto continuare a sentire quel pallonaro che anela alla santificazione.Stai a vedere che ora anche la Cgia di Mestre è nemica di Salerno.

  2. e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti i salernitani con negozi chiusi o che chiudono,la città che si desertifica e chi può creare lavoro …scappa e va in posti a misura di cristiano….
    e il malcontento…AUMENTA!

  3. A parti gli scherzi, tra poco tutti i salernitani andranno via per risiedere in altri paesi della provincia perchè esasperati dalle tasse locali e a Salerno resteranno quei 20.000 appartenenti alle municipalizzate e fedelissimi del “supremo” .
    Ma come si fa a dire sempre di si fino a quando si è vicinissimi al proprio fondo schiena e non accorgersi che è il momento di cambiare sistema ?

  4. Ma vi rendete conto che a Salerno, per quanto inquinante non c’è che un’attività produttiva ? Le Fonderie Pisano.
    Il porto si Salerno è uno dei più attivi d’Italia ma delle merci che arrivano, nel Salernitano ne rimane circa il 5% :
    Componenti FIAT : a Melfi (PZ);
    Rame : a Pianodardine (AV);
    Pelli : Solora e Puglia;
    cereali, frutta secca – fresca : napoletano e Puglia;
    Granuli di poliestere : calabria, Puglia, Lazio;
    Concimi chimici : napoletano, Puglia, Calabria, Lazio;
    Componenti aerei : Puglia;
    Acciai speciali : Terni

    E potrei continuare per ore ed ore.

    Un plauso ai ns/politici Salernitani passati e presenti che non hanno saputo tenere le vecchie aziende nella zona industriale nè farne impiantare di nuove.
    Salerno non può essere Londra o New York (la City) dove ci sono solo banche, assicurazioni, finanziarie, studi notarili e legali.
    Salerno ha bisogno di lavoro e non di saracinesche abbassate che aumentano di giorno in giorno, non è con le tasse che si risolvono i problemi.

  5. continuate a santificare questo figuro..io me la ricordo la salerno di 20 anni fa…quando andavo al liceo…era tutt’altra città..viva,vitale tutto l’anno e non solo quando ci sono le lucette cinesi…magari meno abbellita ma i negozi erano aperti..la gente comprava..oggi è un deserto sempre maggiore mese dopo mese…i negozi chiudono uno ad ad uno..gli imprenditori scappano…nessuno investe…chi difende questo tizio non si rende minimamente conto di come siano cambiate le cose o non è stato toccato da questa situazione…ma apriranno anche loro presto gli occhi voglio sperare!

  6. Comunicazione x i cittadini di Salerno.

    Abbandonate Salerno e trasferitevi nel Cilento, tasse basse e sopravvivenza lunga.

    Cilento Nazione e patrimonio UNESCO.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.