Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, la Cisl Salerno ne parla in un dibattito

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
CISL_BandieraIn occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, voluta dall’Onu al fine di promuovere attività di sensibilizzazione, prevenzione e contrasto a tutte le forme di violenza, la Cisl Salerno, l’Azione Cattolica di Salerno, le associazioni “La Tenda”, “Il CamMiNo”, “Fidapa”, “Paifa” e “Anteas Cisl” terranno un incontro-dibattito dal tema “Le ali della libertà. Le donne del presente guardano al futuro”.

L’appuntamento è per mercoledì 25 novembre, alle 17,30, presso la sala del Bar Moka in Corso Vittorio Emanuele di Salerno.

L’incontro-dibattito, introdotto dal segretario provinciale della Cisl Salerno, Elena Conte, e moderato dalla responsabile dello sportello antiviolenza della Cisl Salerno, Angela Mendola, vedrà gli interventi di Gioita Caiazzo, segretaria diocesana di Azione Cattolica, Simona Pagano, responsabile provinciale del Coordinamento Cisl donne, Modesta Pecoraro, coordinatrice area territoriale “La Tenda”, Fabiana Pagano, vice presidente provinciale “Fidapa”, Ersilia Trotta, coordinatrice regionale “Il CamMiNo”, Janet Bautista, presidente dell’associazione italo-domenicana “Paifa”, e Rosmina Viscusi, responsabile provinciale della “Anteas Cisl”.

Gli interventi saranno preceduti dalla proiezione del documentario “Las Mariposas –  le tre eroine della Repubblica Domenicana” e del cortometraggio “Piccole cose di valore non quantificabile”.

L’Istat ci ricorda che nell’ultimo quinquennio sono 6 milioni 788 mila le donne che hanno subito qualche forma di violenza nella loro vita: sessuale nel 21%, fisica nel 20.2% e forme di stalking nel 16.1% dei casi. Nel frattempo, è cresciuto il numero delle denunce di oltre 5 punti percentuali e anche il numero delle donne che, seppur non denunciando, trova il coraggio di parlare del proprio dramma rivolgendosi a centri preposti o sportelli di ascolto. Diverse, infatti, sono le persone che si rivolgono agli sportelli antiviolenza della Cisl, situati presso le sedi di Salerno, Mercato San Severino e Scafati.

“Questo significa che il lavoro di sensibilizzazione, formazione e contrasto sta producendo risultati positivi – ha dichiarato Matteo Buono, segretario generale della Cisl Salerno – ed è per questo che proprio ora, più che mai, non possiamo permetterci di abbassare la guardia. Ecco perché quest’anno, per ribadire e rafforzare questa concezione di rispetto della donna e della vita, la Cisl salernitana replica l’iniziativa lanciata alla Conferenza Nazionale di Riccione, lasciando una sedia vuota, sotto cui giacciono delle scarpe rosse, come simbolo di quell’impegno che in ogni sede e tutto l’anno dovrà contraddistinguere il nostro no alla violenza sulle Donne “.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.