Con 50 borse di studio inaugura la sede di Salerno dell’Università Telematica Pegaso,

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Pegaso“Siate artefici del vostro destino, non seguite la strada tracciata da altri, ma investite su voi stessi e sulle vostre idee”. E’ il messaggio che il presidente dell’Università Telematica Pegaso, Danilo Iervolino, ha rivolto a 50 studenti del Sud disagiato ai quali, lunedì 14 dicembre ha consegnato altrettante borse di studio, in occasione dell’inaugurazione della sede di Salerno.

“L’Università telematica – ha aggiunto Danilo Iervolino – non ha nulla a che fare con il freddo concetto della robotica e dell’automatismo, ma rappresenta un valido strumento a supporto della conoscenza. Una formazione innovativa e di qualità, avvalorata dalla presenza di docenti di chiara fama e che raggiunge lo studente fino a casa, grazie a una metodologia rivoluzionaria e calibrata su misura. Il nostro progetto non si conclude con l’ e-learning, ma guarda oltre, al futuro dei nostri iscritti. Per questo motivo, a giorni presenteremo il primo acceleratore di start up rivolto ai giovani che vogliono fare impresa”.

“Lo Stato – ha sottolineato Andrea Iovino, presidente della Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo– dovrebbe consentire a chiunque  un facile accesso allo studio, pur rimanendo nella terra d’origine. Il patto siglato con l’Università Pegaso ha proprio questa obbiettivo: dare le stesse opportunità a tutti”.  “Quando non ci sono le condizioni per restare nel proprio territorio – ha ribadito Alessandro Bianchi, rettore dell’Università Telematica Pegaso – bisogna avere il coraggio per crearsele. Ciò significa scommettere sulle potenzialità della propria comunità”.

All’incontro era presente anche il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, che ha sottolineato la necessità che i giovani si appassionino allo studio per una buona riuscita professionale e ha salutato con soddisfazione la donazione delle 50 borse offerte dall’Università Pegaso. L’apertura della sede salernitana dell’Ateneo è stata impreziosita dalla personale dell’artista Michele Calocero dal titolo “Verso Matera 2019”. Un excursus fotografico che immortala la patria dei “sassi” come si presentava venti anni or sono. Il direttore della Fondazione Matera 2019, Paolo Verri, ha presentato “le enormi possibilità che questo evento potrà rappresentare per la Basilicata e per l’intero Mezzogiorno. Un modello di un Sud virtuoso”.

Al taglio del nastro erano presenti, tra gli altri, il vescovo di Salerno, Luigi Moretti, il prefetto Giuseppe Forlenza, il questore Alfredo Anzalone, il presidente del Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali di Ravello, Alfonso Andria, il presidente dell’Autorità Portuale, Andrea Annunziata, il direttore generale dell’Università Telematica Pegaso, Elio Pariota, e il direttore territoriale dell’ACI- Salerno, Salvatore Memoli.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.