I fatti del giorno: sabato 19 dicembre 2015

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Rassegna_fattiRENZI SFIDA MERKEL, NON DITE CHE DONATE SANGUE ALL’EUROPA
CONSIGLIO EUROPEO, DIVISIONI SU VARI TEMI FRA ROMA E BERLINO

“Non potete raccontarci che state donando il sangue all’Europa,
cara Angela”. Così Matteo Renzi ha attaccato ieri Angela Merkel
al Consiglio europeo a Bruxelles. Per Renzi l’Italia deve
“uscire dalla cultura della subalternità” in Europa. Non si può
e non si deve stare zitti di fronte ad una Ue a guida tedesca,
che usa pesi e misure diverse. Al Consiglio sono emerse le
divisioni profonde tra Roma e Berlino, dal gasdotto North Stream
alle banche, dai migranti alle sanzioni alla Russia. “Non è la
prima volta che abbiamo opinioni diverse, ma alla fine troviamo
un accordo”, cerca di smorzare i toni Frau Merkel.
—.

NON PASSA ALLA CAMERA MOZIONE SFIDUCIA M5S ALLA BOSCHI
“MIO PADRE PERSONA PERBENE, SE HA SBAGLIATO PAGHERA'”

La Camera ha bocciato ieri a larga maggioranza la mozione di
sfiducia dei Cinque Stelle contro la ministra Maria Elena Boschi
per presunto conflitto di interessi sul salvataggio di Banca
Etruria, della quale era vicepresidente il padre. Il Pd ha
votato compatto, Sel si è schierata coi grillini. Forza Italia è
uscita dall’aula, facendo infuriare la Lega. Boschi in aula ha
respinto le accuse di favoritismi del governo al padre: “E’ una
persona perbene, ma se ha sbagliato deve pagare”. Per Di
Battista, Boschi ha un conflitto di interessi “grande come una
banca”. Renzi da Bruxelles ha bollato la mozione come “un
clamoroso boomerang dei Cinque Stelle”.
—.

ITALIA SENZA RESPIRO, DA MILANO A NAPOLI SMOG SOPRA LIMITI
FROSINONE E’ IL COMUNE PIU’ INQUINATO

Mezza Italia senza respiro per colpa dello smog. E il meteo
peggiora la situazione. E’ allerta nelle grandi città: Milano,
Torino, Roma e Napoli dall’inizio del 2015 hanno più che
superato il limite stabilito dalla legge di 35 giorni all’anno
con concentrazioni di polveri sottili, quelle emesse dal
traffico di auto, moto e mezzi pubblici. E’ Frosinone a detenere
lo scettro del maggior numero di giorni (101) con concentrazioni
superiori a 50 microgrammi per metro cubo per le polveri sottili
PM10. Senza vento e pioggia che potrebbero spazzarle via, a poco
servono le misure antismog decise dai Comuni.
—.
MAFIA ROMA, EX SINDACO ALEMANNO INDAGATO PER TANGENTI
ACCUSATO DI CORRUZIONE E ILLECITO FINANZIAMENTO AI PARTITI

L’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno è stato rinviato a giudizio
in uno dei filoni dell’inchiesta Mafia Capitale. Lo ha deciso il
gup, mandandolo a processo per corruzione e illecito
finanziamento. L’udienza è stata fissata al 23 marzo. “Non ho
chiesto riti alternativi proprio per dimostrare pubblicamente la
mia innocenza. Ho la coscienza pulita e per questo non ho nulla
da patteggiare”, la difesa dell’ex sindaco.
—.
SVOLTA NEL GIALLO DELLA BOZZOLI A BRESCIA, QUATTRO INDAGATI
DUE NIPOTI E DUE DIPENDENTI PER SCOMPARSA IMPRENDITORE
Svolta nel giallo della scomparsa dell’imprenditore bresciano
Mario Bozzoli, sparito dalla sua fonderia a Marcheno l’8
ottobre. Quattro persone sono state indagate per omicidio
volontario. Sono i nipoti dell’imprenditore Giacomo e Alex
Bozzoli, che avevano pessimi rapporti con lo zio, e gli operai
Oscar Maggi e Aboagye Akwasi. L’ipotesi degli inquirenti è che
Bozzoli sia stato ucciso in fabbrica e bruciato nel forno. I
quattro indagati erano in fonderia la sera della scomparsa,
insieme all’altro operaio Giuseppe Ghirardini, trovato morto
avvelenato qualche giorno dopo.
—.

SIRIA, ONU APPROVA RISOLUZIONE PER INIZIO NEGOZIATI PACE
ANCORA DIVERGENZE SU FUTURO ASSAD FRA OCCIDENTE E RUSSIA

Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha approvato ieri
all’unanimità una risoluzione sull’avvio di un processo di pace
in Siria e per il cessate il fuoco. La risoluzione chiede che
l’Onu “convochi i rappresentanti del governo siriano e
dell’opposizione per dare il via a negoziati formali su un
processo di transizione politica urgente”. Nel testo non si
nomina Assad: sul suo futuro restano ancora nette divergenze fra
occidente e Russia. La Nato intanto ha deciso di inviare aerei
radar, caccia e navi nel Mediterraneo orientale per incrementare
la difesa della Turchia al confine siriano.
—.

BOMBA ESPLODE A BRESCIA DAVANTI ALLA SCUOLA DELLA POLIZIA
DI NOTTE, SOLO DANNI. INQUIRENTI SEGUONO PISTA ANARCHICI

Una bomba rudimentale è esplosa nella notte fra giovedì e
venerdì a Brescia di fronte alla scuola di formazione della
Polizia di Stato. Danneggiato e annerito il portone blindato.
L’ordigno era una pentola a pressione piena di polvere da sparo.
Per gli investigatori la pista più probabile è un gesto
intimidatorio degli anarchici. Da novembre gira su internet un
documento degli anarco-insurrezionalisti che promette un
“dicembre nero” di bombe contro “fascisti e padroni”. (ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.