Ladro entra in casa ed aggredisce il proprietario, arrestato grazie a segnalazione del vicino

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
polizia_NOTTE_sparatoria_agosto_2Personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni, intorno alle ore 24.00 di questa notte, è immediatamente intervenuto in località Bagnara a seguito della telefonata fatta al Numero Unico di Emergenza “112” da un cittadino che ha segnalato la presenza di un ladro che si era introdotto all’interno dell’abitazione di un vicino di casa. L’immediato intervento sul posto dei poliziotti della squadra volanti ha consentito di bloccare un giovane, poi identificato per E. G., nato a Napoli, di anni 22, il quale, dopo aver rotto il vetro del balcone ed essere entrato nell’abitazione aveva rubato danaro e altri oggetti e aveva anche aggredito il proprietario dell’appartamento che era sopraggiunto, quasi contemporaneamente all’arrivo della Polizia, anch’egli avvisato telefonicamente dal vicino di casa.

E. G., che era riuscito ad avere la meglio nei confronti del proprietario rimasto leggermente contuso a seguito della colluttazione, stava fuggendo con il bottino ma è stato bloccato dagli agenti e trovato in possesso di un paio di guanti di lattice e un cacciavite usati per commettere il furto che sono stati sequestrati. Da un primo inventario, si è accertato che il ladro aveva rubato 70,00 Euro da un comodino della camera da letto, somma che gli è stata trovata addosso ed è stata restituita al legittimo proprietario. E. G., pertanto, è stato tratto in arresto in flagranza del reato di rapina impropria ed è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per essere sottoposto a rito direttissimo. Si evidenzia, in tale circostanza, la efficace collaborazione tra cittadini e forze dell’ordine. La tempestiva segnalazione al “112”, fatta dal vicino di casa, infatti, ha consentito l’immediato arrivo della Polizia sul posto e l’esito positivo dell’intervento.
COMUNICATO UFFICIALE QUESTURA DI SALERNO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Un altro ladro nato a Bolzano. Ma perché non delinquono a casa loro? Lì magari restano pure impuniti. Purtroppo vengono sempre qui perché hanno fatto bene i conti. A Cava al massimo rischiano il carcere (cioè vitto e alloggio gratis senza dover più alzarsi presto per andare a delinquere), mentre a casa loro verrebbero fatti fuori (per sempre) dalla loro stessa concorrenza.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.