Lotito salva Torrente e se la prende con calciatori e la jella

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
18
Stampa
Lotito_Sala_StampaCinque giocatori saranno ceduti, 4 messi sul chi va là: il ribaltone post Como diventa dibattito da bar, con relativi fronti dei favorevoli e contrari, con realistiche o immaginifiche versioni, che vanno dalla necessità – da parte della società – di tenere sulla corda gli uomini di Torrente, alla giusta punizione per non aver dato quanto era nelle loro possibilità o nel non essere stati all’altezza della categoria e delle aspettative del club. Lotito salva Torrente, almeno per ora ed è pronto alla rivoluzione partendo dai calciatori. Noi preferiamo non parlare di versione, ma di perversione: la Salernitana è masochista, almeno quanto lo è uno dei due proprietari.

Già perchè Lotito, rispetto a Mezzaroma ha parecchia esperienza e sa bene che il pallone è tondo e non quadrato. Lotito sa bene che non sempre si possono aggiustare le cose in corsa, che la parola programmazione non può lasciare il posto all’improvvisazione ma soprattutto che il risparmio non è mai guadagno. 20 punti in 21 gare rappresentano un ruolino di marcia di retrocessione. E se gli alibi sono dei perdenti, come ama ripetere Torrente perchè Lotito giustifica il fallimento della prima parte del campionato con infortuni, squalifiche arbitraggi e chi più ne ha più ne metta? La Salernitana è masochista, ama soffrire, farsi del male. Solo qualche mese a Salerno era ritornato l’entusiasmo la voglia di andare allo stadio, di condividere un progetto sportivo che sembrava ancorato su basi solide e durature.

Oggi invece ritroviamo la Salernitana quasi in fondo alla classifica, capace di distribuire punti a destra e a manca, incapace di reagire, vittima di contraddizioni e di scelte sbagliate a cominciare dalla porta dove per una manciata di euro si è perso un portiere, Gori che a Salerno aveva dato non poche garanzie. Salernitana piombata in piena zona retrocessione con il trillo d’allarme del rischio retrocessione che nessuno avrebbe voluto vivere. Lotito masochista perché poteva dare la scossa cambiando l’allenatore e non l’ha fatto, perché poteva utilizzare i giovani della Lazio per tamponare le falle al centro della difesa o i suoi agganci con altre piazze per poter mettere una toppa ai buchi in organico.

Non lo ha fatto o non lo ha voluto fare ed ecco che si sprofonda perchè se la classifica è meno brutta di come appare è vero anche che il patrimonio di entusiasmo è bello che finito ed ora alla necessità di vincere e fare punti si aggiunge, inevitabilmente la paura di non farcela con un allenatore in confusione perchè la scelta di mandare in campo a Como l’evanescente Troianiello tenendo in panca Donnarumma già varrebbe il biglietto d’esonero per il mister di Cetara. Sia ben chiaro, la società fa quel che vuole, però – in questo caso – la società rappresenta una città. E, nel rispetto di una città che non vuole retrocedere, deve provare a salvarsi facendo tutto il possibile per evitare altre mortificazioni.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

18 COMMENTI

  1. Caro Torrente, fai la cosa più giusta rassegni le dimissioni se vuoi darci una mano a tutta Salerno, cosi ti ricorderemo come un grande uomo.

  2. Condivido in pieno l’articolo. Io aggiungo che Lotito non ha capito una cosa elementare e cioè che, se avesse allestito una squadra da metà classifica in su, avrebbe avuto almeno 20’000 spettatori a partita, con un vantaggio economico non indifferente. E’ proprio vero: IL RISPARMIO NON E’ MAI GUADAGNO. E una vecchia volpe (o no?) come Lotito avrebbe dovuto capirlo.

  3. Io farei un tentativo per Mourinho,si è liberato dal Chelsea e con un paio di acquisti buoni (Bale e Neymar) ci porterebbe ai play out.

  4. E’ vero che siamo stati sfortunati per gli infortuni e le squalifiche, e’ vero che abbiamo subito diversi torti arbitrali, ma è altrettanto vero che quando c’è stato bisogno di trovare una soluzione al problema non sono emerse le capacità, come non sono state evidenziate le capacità nella gestione del gruppo, nelle sostituzioni effettuate nelle varie partite, nel far accomodare in paca calciatori che assolutamente stavano meritando di non essere titolare e dare spazio a chi invece stava dimostrando qualcosa in più e di gestire in maniera decisa anche con il pugno duro il fatto che le ammonizioni e l’espulsioni erano davvero troppe. Poi Pollace! Perché anche quando c’è ne era la possibilità non è stata data un’altra possibilità al ragazzo di mettersi in mostra, forse i suoi colleghi della difesa stavano facendo meglio di quanto lui potesse provare a fare? Per me se vogliamo tentare di salvare il salvabile bisogna subito prendere due terzi e due centrocampisti tutti titolari e se necessario anche un cambio tecnico per dare una sterzata netta allo scempio calcistico della prima parte.

  5. Ha ragione Lotirchio, sinora LA IELLA ha giocato malissimo. E’ stato un peso per la Salernitana. Gli altri giocatori non sono stati da meno di LA IELLA.

  6. e questa proprietà è privata…più di qualsiasi altra cosa al mondo. Rassegnatevi: siete e sarete solo consumatori; dei poveri polli da spennare e manipolare, come l’altro ieri…come ieri…come sempre!

  7. è vero sei un complessato vieni sempre a scrivere su un sito salernitano invece di scrivere su un sito di napolillo munnezza come te !!!

  8. “il pallone è tondo e non quadrato”, “non sempre si possono aggiustare le cose in corsa”, “la parola programmazione non può lasciare il posto all’improvvisazione” ed “il risparmio non è mai guadagno”

    Ma un altro paio di luoghi comuni non ce li vogliamo mettere? Ed il fatto che non eistono più le mezze stagioni? Ed il fatto che si tava meglio quando si stava peggio?!?

  9. Ha dimenticato il malocchio e i riti satanici,ah e perché no,anche colpa dell’isis!!!

  10. Io invece credo che U seliern è al massimo delle sue possibilità,una B di basso profilo.E nun è nu luog comun….quindi siate felici.

  11. è fine anno e meriti una risposta anche tu, prima che i tuoi cari comprendano bene la tua vera natura provvedendo poi di conseguenza già da domani sera (….31-12…). La città di Salerno e la squadra di calcio SALERNITANA dimostrano potenzialità da lato sx della classifica di serie A, udinese chievo verona empoli sassuolo o da prima scelta di B, cagliari novara etc. Ovviamente a condizione che vi siano impresari capaci e competenti circa il prodotto finale. Hanno una miniera tra le mani ma tutto dipende da come la vogliono sfuttare. Tutto il resto è mancia per i poveri di spirito…..come te !

  12. Paragonarsi a realtà consolidate come Udinese e Chievo è quantomeno irriguardoso,per quanto riguarda il Sassuolo ha una solidità economica che ci vogliono 40 lotito.
    Tu invece fatturi 10€ più della scafatese come puoi pensare al lato sx della classifica di serie A?
    Ps: Non trovo Giggino povero di spirito,anzi……

  13. Salerno e la SALERNITANA hanno POTENZIALITA’ (apri un dizionario e leggi il significato di codesto termine…) che opportunamente sfruttate- nel giro di qualche anno – porterebbero certamente migliori risultati tecnici con conseguenti aumenti di fatturato e di profitto. Certo, se uno possiede la Ferrari, ma è contento di farsi il giro dell’isolato….io me ne faccio tranquillamente una ragione e continuo a vivere serenamente la mia esistenza e a consumare i miei soldi in altro modo. Il paragone lo fanno i fessi, quindi te lo restituisco a tutto tondo!

  14. Forse non ti è chiaro,tu la Ferrari non la possiedi,quel poco potenziale che possiedi è quello attuale,sennò mi devi spiegare i 228 anni di serie C,svariati di serie D e uno di serie A targato la notte dei tempi.Per i paragoni ed i fessi ti do un consiglio;non guardarti troppo allo specchio.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.