Belgio: durante l’allerta terrorismo notte a luci rosse nella caserma della polizia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
casa_luci_rosse_prostituzioneBelgio sotto choc e non per l’allerta terrorismo che dura da qualche mese: otto militari e due poliziotte infatti sono sotto inchiesta per essersi abbandonati a una serie di orge nella stazione di polizia di Ganshoren, nei pressi di Molenbeek, dove alloggiavano tutti insieme nelle ore drammatiche in cui il Paese era in stato d’allerta massima in seguito agli attentati del 13 novembre a Parigi in cui morirono 130 persone.

Erano i giorni in cui, in una Bruxelles totalmente blindata dove la metro restava chiusa, gli eventi pubblici venivano annullati e ristoranti, bar e negozi venivano fatti chiudere in anticipo, si respirava un clima di guerra e veniva raccomandato alla gente di evitare luoghi affollati. Il tutto mentre migliaia di uomini dell’esercito e della polizia erano alla disperata ricerca degli attentatori e dei loro complici.

Se in quel periodo tutta Europa era in allerta massima, Bruxelles era la città maggiormente sotto controllo, visto che da lì provenivano diversi terroristi: molti del commando di Parigi vivevano nel quartiere Molenbeek, compreso il capo del gruppo, Abdelhamid Abaaoud, che è stato ucciso in un raid della polizia francese.

La stazione di polizia di Ganshoren, per un paio di settimane, era stata trasformata in una caserma di fortuna che ospitava una ventina di soldati che pattugliavano le strade della capitale belga. E’ lì, secondo il giornale in lingua francese La Derniere Heure, che almeno una decina di persone, tra militari e poliziotte, avrebbero oganizzato festini a base di sesso selvaggio.

Proprio nelle ore in cui l’Europa tremava e tutti i servizi di intelligence erano concentrati sui terroristi, loro erano concentrati su altro. Il portavoce della polizia, Johan Berckmans, non ha commentato la notizia, ma ha confermato che sulla vicenda è stata avviata un’indagine interna.

Fonte il Mattino

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.