Piano riordino Ospedale Ruggi di Salerno, Sindacati spaccati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Ospedale_RuggiIl piano di riordino dell’azienda ospedaliera universitaria di Salerno con le sue modifiche spacca i sindacati. Cisl e Uil lasciano dopo pochi minuti il tavolo tecnico di questa mattina con il direttore sanitario dell’ospedale Angelo Gerbasio. La Cgil Sanità e la Rsu del Ruggi, con la presenza di Margaret Cittadino, invece restano. Anche se Matteo Buono, segretario generale della Cisl, dice che la posizione di abbandonare l’incontro è stata presa di comune accordo con i segretari confederali di Cgil e Uil che chiedevano un confronto vero con l’azienda e soprattutto di posticipare l’entrata in vigore del piano di riordino di quindici giorni. Gerbasio, invece, anche questa mattina ha ribadito che il piano sarà in vigore dal 1° gennaio.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.