Bimbo morto nel grembo: donna chiede assistenza a Cava ma il reparto è chiuso

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
medici_corsia_ospedaleNon sente muovere il bambino che porta in grembo ma non può fare immediatamente l’ecografia perché il reparto di ginecologia è chiuso dal 3 giorni. E’ successo a Cava de’Tirreni, all’Ospedale Santa Maria dell’Olmo dove una donna, alla sua seconda gravidanza, si era recata per eseguire un classico prelievo del sangue.

Una volta giunta al nosocomio metelliano, così come riportato dal quotidiano de Il Mattino – la signora ha chiesto ad un infermiere di essere molto preoccupata e di “non sentir più muovere il bambino”. Dinanzi ad una richiesta d’assistenza però la donna non ha ricevuto risposta se non quella che il reparto è chiuso dal 1 gennaio. Da qui la corsa con il marito all’Ospedale “Ruggi” di Salerno dove dall’ecografia è avvenuta la drammatica scoperta: la morte intrauterina del bimbo che aveva in grembo. Una tragica verità che lascia un dubbio: se il reparto di ostetricia di Cava fosse stato aperto ci sarebbero state possibilità di salvare il piccolo? A questo risponderà solo l’autopsia…

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. Cominciano a sentirsi gli effetti della cura verso la sanità campana del ducetto di Muro Lucano! Dopo i megadanni a Salerno, si continua con i megadanni in regione! Complimenti sempre e comunque a coloro che continuano incoscientemente a votarlo!!!!!!

  2. Per cittadino salernitano : ma finiscila e ricorda cosa era Salerno prima di De Luca. Pensiamo prima di parlare e soprattutto scrivere. Si buttava ancora la munnezza dal balcone. Finiscila

  3. hahahahahaha ma Lei lo sa che il ducetto si è appena insediato da maggio a confronto di tanti anni di Caldoruccio. baci.

  4. Molto probabilmente il bimbo nel grembo era già morto, comunque e da lontano che l’ospedale di Cava è stato abbandonato dalle istituzione. Al Ruggi di Salerno partoriscono donne da tutta la regione, c’è il reparto ad alto rischio altamente specializzato, ho fatto esperianza con mia figlia appena di 18 giorni di vita è stata salvata in extremis, ora ha 13 anni e vive di ottima salute “grazie di cuore”.

  5. Prima di scrivere stupidaggini, per piacere, acquisite le giuste informazioni. La soppressione dei reparti di ostetricia (non solo a Cava) non è dovuta a nessun “ducetto”. La chiusura riviene dalla razionalizzazione dei reparti fatta su scala nazionale. Evidentemente in quell’ospedale venivano alla luce meno di 500 bambini all’anno, soglia minima per giustificarne l’apertura.

  6. e ti pareva che adesso che il PD regna in tutta la linea, PD al Comune di Cava, PD alla Provincia, PD alla Regione, PD al Governo.. la colpa non era dei Massimi Sistemi, del passato, di Caldoro o magari di Berlusconi che resta sempre una buona scusa per tutte le stagioni!

    Antonio La Monica: De Luca sta già al governo della regione da nove mesi, Servalli (che per la cronaca io ho votato, anche perchè l’altro mi piaceva meno!) altrettanto e Renzi-PD da almeno quattro anni! quindi, non mi pare assolutamente un azzardo dire che il PD ha “forti responsabilità”.
    Parla di “soglia minima”, ok ma questo sarebbe anche giusto in caso di assoluta disponibilità di posti, sempre e in tutti i grandi ospedali! ma assolutamente NON è così! basta vedere le tante storie di pellegrinaggi da un ospedale all’altro o anche la gente in degenza nei corridoi, a Napoli per esempio.

    Purtroppo la maggior parte dei sostenitori politici del PD non si rende conto di star sostenendo il maggior partito sostenitore del capitalismo.. tagli e svendite del Pubblico, da sempre (evito la lista delle svendite di Stato passate per privatizzazioni a loro volta passate per miglioramenti.. ma pensate a tutto l’IRI), ma con la faccia della sinistra pro-popolo.. a vantaggio dei grandi gruppi bancari e di potere.. e a scapito del popolo stesso, alla lunga (ma non tanto!).
    Questi sono i risultati: pagare per qualunque cosa! e il bello (brutto) è che i sostenitori della sinistra pensano anche che sia normale “pagare per i servizi Pubblici”! Uno Stato che sia tale, con moneta e indipendenza, non ha bisogno alcuno di tassare e pensare a queste cose.
    Pensate che mi sbagli?? benissimo, e allora quale sarebbe la differenza tra un servizio Pubblico e uno reso da un privato, se per entrambi (nel vostro modo di vedere) devo pagare la stessa cosa??!? Vi hanno inculcato un’idea di “pubblico” che è uguale a quella di “privato”, ma con nome diverso, tutto qui!
    Il punto centrale è che QUESTO Stato deve comprare la moneta dalle banche private! quindi, ORA, è ovvio che deve spendere poco e tagliare..

  7. ……di scrivere cazzate, ricordo che Caldoro ha messo i famosi 10 euri sul ticket sanitario e chi è esente per patologia ne deve pagare 5. Ricordo che Caldoro chiuse gli ospedali del cilento, adesso i cavaiuoli stann facenn sul burdell perchè non vogliono nascere a Salerno beata ignoranza. Quando scrivete accndete quel po’ di materia grigia che è rimasta se è rimasta…………..altrimenti malx e passa tutto.

  8. non solo abbandonato dalle istituzioni ,ma nel maggio del 1979,quando mia moglie partorì il nostro secondo figlio, le lasciarono una garza cucita nella ferita,e dopo giorni di febbre,fù scoperta fortunatamente da un’infermiera.Penso che qualche “scienziato” che c’era quella sera in sala parto,se lo dovrebbe ricordare.

  9. Signor la Monica a Cava ogni anno venivano alla luce 560 bambini……faccia lei.
    Poi, se vogliamo sempre inseguire i numeri, significa che negli Appennini ci dovrebbe essere un ospedale soltanto dalla Maiella fino alle Madonie….trovi lei i posti!!

    De luca: chiacchiere e distintivo, solo interessato ai propri ca…i

  10. Ma smettiamola di continuare a sostenere strutture piccole e insignificanti. Sia Salerno che Battipaglia hanno ottimi reparti di neonatologia con persone molto competenti. Allora se vogliamo continuare a tenere l’ospedale sotto casa perchè così i politici possono continuare a lucrare fate voi, ma sulla salute non si scherza e non si devono buttare soldi inutilmente.

  11. Fra poco anche se capita uno tsunami in Papuasia la colpa la daranno a De Luca.Sarebbe bello avere una bacchetta magica X risolvere tutte le ingiustizie della vita,ma peccato che non è’ così’.

  12. Caro sig. La monica spero che quando(il più tardi possibile) capiterà qualcosa di grave al suo canarino, non ragioni ancora con la logica dei numeri come fanno bene i nostri buoni governanti(tanto loro si curano all’estero o in privato). La vita umana anche se parliamo di una sola persona è sacrà e sta molto più in alto della logica sua e dei suoi politici.

  13. Il mio intervento non era a difesa di nessuno se non della verità. Che De Luca governi da nove o otto mesi (mi sembra più otto) non ci azzecca nulla, come non centra l’essere di sinistra o di destra. Bisogna rendersi conto che la sanità, così come è combinata in questo momento, non ha la possibilità di tirare a lungo. E’ necessario porre correttivi, è opportuno trovare soluzioni, non è più rinviabile la razionalizzazione del sistema. Non v’è dubbio che si debbano trovare parametri il più equi possibili, ma continuare così è disastroso. Discuterne è utile e legittimo ma, a mio avviso, bisogna farlo con raziocinio. Nel caso di specie parliamo di una gravidanza che non mi sembra possa oggetto di “viaggi della speranza”, se non per casi particolari e rari per i quali non mi sembra che l’ospedale di Cava fosse attrezzato. Una ultima cosa: il sottoscritto, che non è “anonimo” non ha politici! Ovviamente vota, ma non è sul carro di nessuno e né aspira a salirci. Del resto quello dico è ampiamente testimoniato dal fatto che nel 2006, al Comune di Salerno, mi sono candidato contro De Luca!!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.