Pagani si fema per la sua ‘Regina’, lacrime ai funerali della ragazza morta in un incendio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
regina_ceglia_2Pagani si è fermata nel giorno dell’Epifania per i funerali di Regina Ceglia la 38enne morta durante la notte del 5 gennaio nel’incendio che ha avvolto la casa dei genitori e del fratello in via Caduti di Superga a Pagani. Il commosso saluto nella chiesa di Santa Maria del Carmine

“Quella fiamma non le ha dato scampo. Come con Gesù sulla Croce, così siamo impotenti di fronte al mistero del male – ha detto don Enzo Di Nardo durante l’omelia – una ragazza piena di vita, solare, amante della famiglia, del calcio. Le fiamme hanno avvolto il suo corpo ma non la sua anima, quelle fiamme non l’hanno scalfita”.

Amici, parenti,conoscenti e tantissimi cittadini hanno voluto stringersi attorno alla famiglia della sfortunata ragazza partecipando al rito funebre. Appassionata di sport, in particolare di calcio, seguiva e militava nell’A.S. Prater Club, una squadra di calcio dilettantistica femminile presente ai funerali.

Alla famiglia Ceglia è giunto ieri anche il cordoglio del sindaco Salvatore Bottone.  «L’intera città –scrive il primo cittadino in una nota stampa – si stringe attorno ai genitori ed  ai fratelli di Regina per la tragica e prematura scomparsa della giovane. Tantissime le persone che hanno voluto portare il loro ultimo saluto a Regina.

Era una ragazza semplice e piena di vita, di passione per lo sport, di amore per la propria famiglia. Una famiglia di brave persone, lavoratori e ottimi cittadini. Proprio l’amoreperla sua famiglia l’ha riportata a Pagani per stare vicino alla madre malata. Tragedie, quella di Regina, che lasciano il segno e che hanno generato nella città il desiderio di dimostrare vicinanza e affetto ai familiari che oggi vivono il grande dolore della perdita. Un abbraccio alla famiglia di Regina che in questa tragedia ha perso tutto»

Le indagini sul tragico rogo intanto vanno avanti. Si ipotizza un corto circuito, originato forse da una vecchia stufa elettrica,  trovata in cucina, o dalle serie di luci che illuminavano l’albero di Natale, posizionato sempre in cucina. Le fiamme sono divampate dopo un black-out elettrico e sono state precedute da una densa coltre di fumo bianco che ha invaso in pochi istanti l’intero appartamento.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.