Calcio: manita a Frosinone, Napoli-show si regala primato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
25
Stampa
higuainPer ritrovare il Napoli campione d’inverno prima di oggi bisognava andare indietro di 26 anni: era la stagione ’89/’90 e l’anima dei partenopei era un certo Diego Armando Maradona. Un quarto di secolo dopo il Napoli ritorna ad essere leader della serie A al giro di boa: i fasti di Maradona appartengono ad un’altra era calcistica ma quello costruito da Maurizio Sarri è un Napoli che diverte e fa sognare.

Nel giorno del suo 57/o compleanno, il tecnico toscano (con natali partenopei) si regala il titolo simbolico di campione d’inverno con una vittoria-spettacolo (5-1) in casa del Frosinone, complici anche lo stop interno dell’Inter (fermata in casa dal Sassuolo) e quello di ieri della Fiorentina.

La festa partenopea al ‘Matusa’ era cominciata ancora prima del fischio d’inizio con la notizia del ko nerazzurro grazie al rigore di Berardi del Sassuolo a San Siro, salutato da un boato da parte della curva sud occupata da almeno duemila tifosi napoletani. E’ stato questo l’inizio di una vittoria straripante per la squadra di Sarri contro un Frosinone completamente schiacciato dalla immensa qualità nel palleggio della neo capolista, ingigantita anche dalla giornata decisamente modesta di tutti i giocatori di casa incapaci di vincere tutti gli uno contro uno con i loro avversari.

L’unico tiro nello specchio di Reina è stato quello di Sammarco che è valso, come si dice in questi casi, a salvare l’onore della squadra sconfitta. Il Napoli a Frosinone cala la cinquina e si conferma la squadra più prolifica della serie A con 38 reti, e 18 portano la firma di Gonzalo Higuain. Fanno da contraltare i numeri negativi dei ciociari che con 41 reti al passivo sono la squadra più battuta.

Troppa la differenza tecnica fra le due squadre per mettere in piedi una improbabile sfida fra i due tecnici, ma il 4-5-1 messo in piedi da Stellone a gara compromessa è parso decisamente tardivo, visto che nelle fasi decisive Sammarco e Gucher sono sembrati due vascelli in balia della “tempesta” chiamata centrocampo del Napoli. Il vantaggio del Napoli è arrivato al 20′ con Albiol, bravo e furbo a leggere una traiettoria che avrebbe potuto, complice il sole, mettere in crisi Zappino.

Così è stato e per il Frosinone è crollato il mondo. Al 30′, pochi centimetri dentro l’area, Crivello, rilanciato, complice la squalifica di Pavlovic’, ha ingenuamente lasciato la gamba larga su Higuain. Il fallo poteva starci e Tagliavento non ha fatto sconti.

Il bomber ha raddoppiato. Nel secondo tempo il Frosinone ha provato a rimanere in partita ma qui sono emerse tutte le debolezze del Frosinone che in serie A nessuno perdona. Al 14′ ennesimo pallone recuperato da Hamsik che, indisturbato, si è portato al limite dell’area canarina ed ha fulminato Zappino. Palla al centro e questa volta è stato Higuain che si è esibito in un clamoroso slalom senza nessun ostacolo e poker servito a porta vuota. Tutto questo in sessanta secondi.

A questo punto il bomber del campionato ha lasciato il posto a Gabbiadini e anche per il neo entrato c’è stata gloria. Errore grave di Blanchard e la punta di Sarri ha “ripagato” con una perla all’incrocio dei pali con Zappino troppo avanti per tentare il miracolo. Alla fine è arrivato anche il gol del Frosinone, per ripagare il tifo della curva nord, con Sammarco al 36′. Fino a quel momento in pagella Reina era senza voto perché non era mai stato impegnato dagli avversari.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

25 COMMENTI

  1. Puro spettacolo! Erano molti anni che in serie A non si ammirava una squadra giocare così bene e vincere. Complimenti a tutti !

  2. Non ci pensare , fattene una ragione , quest’anno il massimo torneo
    di calcio italiano può andare ad una squadra straniera ahahahahah
    W AFRONAPOLI UTD.ATTENTO AI COLPI DI BILE.

  3. che bella squadra,che bel gioco,è una meraviglia vedere questo napoli,grande pipitaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa…..

  4. Grande Napoliiii e adesso vado aver scritto l’articolo e pure i commenti su Salernonotizie.it vado a fare qualche video reportage sul Camera, vado a controllare se la potenza dei watt dei lampioni è giusta o no, eh tanto già lo so che quest’anno faccio 36 anni looolooo paniagun guuunpania…NO CENSURARE

  5. Dai Napoli! Tifo Salernitana ma onore e rispetto ad una grande squadra come il glorioso Napoli. Non mollare!

  6. Capisco… non è semplice far capire a voi napoletani che il titolo di campione d’inverno non è lo scudetto! hahahahahaha che band ahahahahahah

  7. Vivo a Napoli è devo ammettere che il tifoso del Napoli ha due cose in mente: rubare e il Napoli calcio! Li vedi tutti uguali, tuta del Napoli addosso e fanno o i parcheggiatori abusivi o sono affiliati a clan camorristi, e se gli parli di calcio arrivano a minacciarti, purtroppo NAPOLI CITTA’ E’ BELLA ma ci sono loro a rovinarla!!!

  8. Gli ultimi quattro commenti sono dello stesso deficiente! Un povero frustrato che non ha argomenti se non ridicoli luoghi comuni …. POVERETTO

  9. Per te ,in tutte le salse che posti,ho capito la tua seconda fede sei un rubentino ahahahah,non abbiamo vinto lo scudetto ma ho postato che siamo una pretendente…..per il resto che hai postato non c’entra nulla con il calcio per cui non mi curo di te ma guardo e passo.
    Attendo al fegato che si può spappolare e guardati dalla retrocessione della tua prima squadra che sarebbe un disastro per tutta la Campania calcistica,contrariamente a te che godresti alla retrocessione di tante squadre della nostra regione(extracomunitaria) che non sto ad elencarti.Ciao misero”PROVINCIALE”

  10. Non hanno voglia di lavorare sono ignoranti e non capiscono un caxxo chi sono? …. ahahahahahah

  11. Povero Quagliarella, si è dovuto scusare con i tifosi del Napoli dopo il gol per non mettere a rischio l’incolumità dei suoi familiari……..uaaaaaaaaaaa

  12. ai festeggianti, siete prp teneri, ne riparliamo fra un paio di mesi hahaha cmq mi farebbe piacere SOLO per l’allennatore che se lo merita tutto…è una vergogna che abbiamo dovuto subire un Donadoni in nazionale avendo gente preparata allenando in “provincia”, alla faccia della meritocrazia !

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.