Marocchino palpeggia 14enne, raid punitivo a Matierno contro gli stranieri

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
40
Stampa
Raid_Matierno_2

Un cittadino extracomunitario molesta una ragazzina di 14 anni a Salerno e nel rione collinare di Matierno scoppia la rivolta. I residenti della zona hanno dato vita ad un vero e proprio raid punitivo cercando di farsi giustizia da soli e prendendo d’assalto il centro di accoglienza dove era ospitato lo straniero. Il cittadino straniero è giunto nei mesi scorsi in Campania dopo lo sbarco al porto con una nave di migranti.

Raid_Matierno_1Tutto è cominciato con una presunta molestia subita dall’adolescente, avvicinata dal giovane migrante. Quando la ragazza ha raccontato prima a casa e poi nel quartiere quanto avvenuto, è scattata la rappresaglia. Un gruppo di persone, domenica sera, si è recato dinanzi al centro di accoglienza che si trova nello stesso rione, cercando di sfondare il portone d’ingresso per linciare il presunto molestatore.

 Gli extracomunitari si sono barricati all’interno, in attesa dell’arrivo delle forze dell’ordine che poco dopo sono giunte sul posto bloccando l’assalto. Oltre a numerose pietre, sarebbero stati esplosi anche alcuni colpi di pistola contro il palazzo che ospita il centro di accoglienza.

LA CONDANNA DELLA CGIL.  Condanniamo con fermezza la violenza con la quale alcuni cittadini hanno assaltato il centro di accoglienza per stranieri richiedenti asilo di Matierno.

Chiediamo a tutta la società civile di esprimere pari condanna per episodi di razzismo che non appartengono alla nostra comunità. Una comunità che, in questi anni, si è prodigata e ha saputo accogliere degnamente migliaia di migranti che fuggivano dalle guerre e dalla fame.

Chiediamo alle forze dell’ordine di fare piena luce su quanto accaduto e di individuare al più presto i responsabili di questo vile atto.

Non sono tollerabili atti di teppismo e di violenza gratuita, soprattutto se diretti nei confronti della parte più debole della società. E’ per questo che staremo affianco dei migranti per affermare i loro diritti di cittadinanza.

PEDUTO (NOI CON SALVINI): Intollerabile centro accoglienza a Matierno

In una nota per gli organi di stampa, il segretario cittadino del movimento NOI CON SALVINI interviene sulla vicenda dello scontro avvenuto  –  nella tarda serata di ieri – fra residenti del popoloso e popolare quartiere salernitano di Matierno ed un gruppo di immigrati extracomunitari, ospiti – a quanto sembra – di una struttura di accoglienza per rifugiati:

“ Da sempre abbiamo denunciato lo stato di abbandono e di incuria “sociale” ed “urbanistica” a cui la scellerata indifferenza delle istituzioni soprattutto locali ha lasciato tutti i quartieri periferici e collinari della nostra città, fra cui anche e soprattutto Matierno. Ma oggi dobbiamo denunciare e censurare – con ancora maggiore forza – la scelta di chi ha predisposto – o anche solo autorizzato – la presenza di un centro di accoglienza per immigrati nel cuore proprio di Matierno, aggiungendo irresponsabilmente disagio sociale a disagio sociale, con il solo risultato di innescare una pericolosa “miccia” di scontro fra residenti, ormai  esasperati da anni di abbandono generale e generalizzato circa le proprie giuste attese e rivendicazioni di cittadini italiani e salernitani, ed extracomunitari – o presunti rifugiati – che, ancora una volta, vengono scelleratamente “calati” – per volontà delle disastrose politiche governative di accoglienza indiscriminata – in realtà urbane e sociali che già vivono enormi problematiche di “integrazione” sociale, economica ed occupazionale.

Noi diciamo basta a queste assurde “sperimentazioni” di pseudo-integrazione fatte – come sempre – sulla pelle della povera gente. I cittadini di Matierno hanno bisogno di tutto – da un efficiente trasporto pubblico ad un maggior decoro delle strade del proprio quartiere, passando per la presenza di spazi efficienti ed efficaci per la ricreazione sociale e sportiva; di certo non vogliono essere esclusivamente attenzionati per diventare inaccettabile “laboratorio” di scontro urbano e di esasperazione sociale”.

VIDEO (testimonianza dei residenti e intervista a Don Marco)

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

40 COMMENTI

  1. Buona serata a tutti/e. Leggevo l’articolo e riflettevo sulle dichiarazioni della CGIL che condanna giustamente questi atti di violenza da parte della gente esasperata etc etc etc….giustamente. Mi chiedevo pero’ quanti di loro, compilatori e logicamente firmatari delle predette note di condanna, hanno sotto casa loro un centro di accoglienza come quello che si trova a Matierno ma soprattutto, quanti di loro sarebbero disposti a firmare per ottenere che un centro di accoglienza venisse ubicato proprio sotto le loro abitazioni, a diretto contato con loro e con i loro familiari. Cordialita’.

  2. i politici lo sanno, ma se ne fottono perchè sono al sicuro con i loro gorilla,macchine blindate,guardie del corpo e soprattutto spesati a carico anche di coloro che non hanno reddito.
    Spero che la “corda si spezzi” .

  3. A proposito, secondo le ultime notizie, pare che la quattordicenne abbia ricevuto solo sguardi ambigui…….
    Prima di scrivere riflettete, perché a fomentare la folla, specie in particolari contesti, ci vuole pochissimo, ed a far passare un guaio a qualcuno ancora meno.

  4. Italia agli italiani?
    Ti faccio presente che l’italiano non esiste… il “popolo” che vive sul territorio “Italia” è ,come dico io, figlio di nu poc per uno… la storia parla chiaro, siamo stati conquistati da una moltitudine di popoli diversi, turchi, spagnoli, francesi, ecc.ecc
    Il DNA non è puro… commentate pure non me ne frega una mazza.
    Ciao ITAGLIANI

  5. li accogliamo gli diamo da mangiare,internet,da dormire ecc ecc ,e loro ci ringriaziano così,in tutta italia vogliono fare i padroni.

  6. LA CONDANNA DELLA CGIL. mi fanno ridere,la prossima volta che entro in un loro ufficio li prendo a pugni sul muso.

  7. per motivi di lavoro sono stato in vari paesi e regioni da dove provengono gli immigrati.assistendo a linciaggi per banali furti,si ammazano per strada a colpi di macete per futili motivi per ,i dico che stiamo aiutando le persone sbagliate,85%sono delinquenti,stupratori,molestatori,arrivano e pretendono wi fi poi questo non va bene qull’altro neanche siamo noi che dobbiamo adeguarci a loro o loro a noi sveglia gente l’invasione è cominciata

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.