Avellino-Salernitana: il derby attraverso le immagini dal Partenio (FOTO)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
av_sa22

Comincia male il girone di ritorno della Salernitana. Al “Partenio” i granata perdono per 1–0 il derby con l’Avellino, ma possono recriminare per le tante occasioni non concretizzate, soprattutto nel primo tempo. Parte bene la Salernitana, con Zito che all’8′ sfiora la traversa con un colpo di testa su calcio di punizione di Gabionetta. All’11′ lo stesso Gabionetta strozza il tiro dai venti metri e non crea problemi a Frattali.

L’estremo difensore irpino deve però superarsi al 33′, quando Coda schiaccia di testa su calcio piazzato di Zito ma trova prontissimo Frattali nella respinta. L’Avellino si fa vedere sul finire della prima frazione di gioco con due conclusioni di Paghera che non creano pericoli dalle parti di Terracciano.

La ripresa è appannaggio dei padroni di casa, che al 4′ sfiorano il gol con Tavano, il cui tiro termina fuori da posizione favorevolissima. Al 21′ Trotta ci prova con una volée, bravissimo Terracciano nella deviazione in angolo. Ma il gol dell’attaccante biancoverde è solo rimandato e arriva l 27′: Insigne mette un pallone invitante al centro dell’area che Trotta non può che appoggiare comodamente in rete per il vantaggio dell’Avellino.

av_sa14Tre minuti più tardi D’Angelo sfiora il bis su imbucata dello stesso Trotta, ma Terracciano è ancora una volta puntuale nella respinta. La Salernitana si scuote nel recupero, quando prima Bovo e poi Donnarumma vanno vicinissimi al gol. Ma il risultato non cambia e i granata tornano a casa con il quarto ko nelle ultime quattro partite.

Avellino – Salernitana 1 – 0

Rete: 27′ st Trotta.

Avellino: Frattali, Biraschi, Tavano (11′ st Trotta), D’Angelo, Castaldo, Pucino, Sbaffo (38′ st Rea), Paghera, Jidayi, Bastien (25′ st Insigne), Chiosa. All. Tesser.

A disposizione: Offredi, Nica, Mokulu, Visconti, Petricciuolo, D’Attilio.

Salernitana: Terracciano, Franco, Trevisan, Colombo (31′ st Donnarumma), Coda, Gabionetta, Empereur, Ronaldo, Odjer (19′ st Moro), Ceccarelli, Zito (25′ st Bovo). All. Torrente.

A disposizione: Strakosha, Bagadur, Tuia, Ronchi, Prce, Oikonomidis.

Arbitro: Luigi Nasca di Bari.
Assistenti: Damiano Di Iorio (sez. Verbania) – Gaetano Intagliata (sez. Siracusa).
IV Uomo: Edoardo Paolini (sez. Ascoli Piceno).

Ammoniti: D’Angelo, Frattali, Biraschi (A), Colombo, Trevisan, Ronaldo (S).

Angoli: 3 – 5

Recupero: 1′ pt, 4′ st.

av_sa4Torrente: “La squadra ha le qualità per uscire da questa situazione”

“Ritengo che quella di oggi sia stata una partita molto equilibrata. Nel primo tempo abbiamo avuto una grande occasione con Coda che purtroppo non siamo riusciti a concretizzare. Nella ripresa abbiamo accusato la reazione dell’Avellino, subendo comunque poco in termini di occasioni da gol. Nel finale abbiamo sprecato un’altra nitida palla gol che ci avrebbe regalato un pareggio tutto sommato meritato. L’Avellino ha costruito due occasioni realizzando un gol, noi ne abbiamo avute altrettante senza mettere il pallone in porta: è questa l’amara fotografia del match di oggi”. Così il tecnico Vincenzo Torrente è intervenuto in conferenza stampa nel post-partita di Avellino – Salernitana.

 

Il mister ha quindi concluso: “Era normale che nel secondo tempo accusassimo un calo fisico. I nuovi innesti sono arrivati da pochi giorni e hanno bisogno di un po’ di tempo per raggiungere la giusta condizione. Nonostante questo ho visto una squadra viva, che con la sua qualità può sicuramente tirarsi fuori da questa situazione difficile. Il mercato potrà darci una mano, ma adesso dobbiamo pensare solo alla partita di venerdì che per noi ha un’importanza fondamentale”.

av_sa7Ceccarelli: “Ripartire dalla buona prestazione di oggi”

“È stata una partita equilibrata. Per un’ora abbiamo giocato molto bene, sfiorando anche più volte il gol. Purtroppo è andata male e siamo davvero molto amareggiati. Dobbiamo ripartire dalla buona prestazione di oggi per intraprendere il giusto percorso verso la salvezza”. Con queste parole Luca Ceccarelli è intervenuto nel post-partita di Avellino – Salernitana.

“Era molto che non giocavo” – ha concluso il difensore granata – “ma fisicamente sto bene, così come tutta la squadra. Il morale non è sicuramente dei migliori ma dobbiamo metterci al più presto alle spalle questa sconfitta. Per noi è fondamentale la partita di venerdì che dovremo assolutamente vincere. Ora non possiamo lasciare più nulla al caso e dobbiamo metterci la cattiveria giusta per affrontare al meglio il prosieguo della stagione. Ci sono ancora tanti punti a disposizione e faremo di tutto per raggiungere la salvezza”.

av_sa3Ronaldo: “Farò il possibile per raggiungere la salvezza con questa maglia”

“Abbiamo iniziato molto bene, creando tanto e subendo pochissimo. Purtroppo nel secondo tempo abbiamo accusato la reazione dell’Avellino ma nel finale abbiamo avuto comunque due grandi occasioni per pareggiare. Dobbiamo sicuramente migliorare dal punto di vista fisico, ma sono convinto che questa squadra abbia tutte le carte in regola per raggiungere la salvezza”. Queste le parole di Ronaldo Pompeu da Silva al termine di Avellino – Salernitana.

testi ussalernitana1919.it

“Oggi abbiamo affrontato una squadra forte” – ha concluso il centrocampista granata – “ma nonostante questo abbiamo giocato alla pari. Dobbiamo ripartire dagli aspetti positivi di questa partita per cominciare a far bene già da venerdì contro il Brescia. Sono arrivato alla Salernitana per conquistare la salvezza e farò tutto il possibile per raggiungere quest’obiettivo”.

Ecco la raccolta di immagini che riassumono un derby vissuto con intensità ed emozioni dagli spalti al campo.  Avellino- Salernitana è stato questo e molto altro, un derby corretto in 90 minuti e anche oltre.

 

 

 

 

av_sa1 av_sa2 av_sa3 av_sa4 av_sa5 av_sa6 av_sa7 av_sa8 av_sa9 av_sa10 av_sa11 av_sa12 av_sa13 av_sa14 av_sa15 av_sa16 av_sa17 av_sa18 av_sa19 av_sa20 av_sa21 av_sa22 av_sa23 av_sa24 av_sa25 COREOGRAFIA_DERBY_SA_AV COREOGRAFIA_DERBY_SA_AV1 COREOGRAFIA_DERBY_SA_AV2 derby_av_sa derby_av_sa1 derby_av_sa2 derby_av_sa3 derby_av_sa4 derby_av_sa5 derby_av_sa6 derby_av_sa7 derby_av_sa8

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. grande e veritiero striscione degli avellinesi:” separati in curva altri nei distinti… la verità è che a salerno gli ultras sono estinti” striscione al 100%esatt

  2. Ieri entrambi le tifoserie, hanno dimostrato una forte maturità, anche se non è mancata l’ironia, con dei simpatici sfottò, da entrambe le parti. Gli ultrà salernitani c’erano, nei numeri massimi consentiti dalla legge (800 biglietti). Peccato per questi vincoli inutili. Spero che entrambe le tifoserie, possano un giorno maturare ancora di più il concetto che gli stadi vanno riempiti dalle famiglie con bambini e non da ragazzini che incitano alla delinquenza, con raid notturni a colpi di fotomontaggi sui social network. Sono convinto che questi personaggi (pochi, ma presenti sia a Salerno che Avellino), non sono mai venuti all’Arechi, né tantomeno al Partenio-Lombardi. Se non fosse per questi pochi ma scomodi personaggi virtuali, questo derby avrebbe portato allo stadio le due province più estese della Campania. Sono originario dell’agro nocerino e da oltre 40 anni seguo la mia Salernitana, in casa e in trasferta (di padre in figlio). Il più grande problema di una parte della nostra tifoseria è che non va d’accordo con nessuno. A parte Bari e qualche altra tifoseria, siamo riusciti a diventare nemici di tutti, persino dei salernitani. Qui nell’agro, ci sono centinaia di famiglie che partono ogni fine settimana per l’Arechi per seguire la Salernitana e spesso ci sentiamo mortificati dai tifosi del capoluogo, con frasi offensive, che ci paragonano ai napoletani. Gran parte del pubblico salernitano, viene dalla provincia, Scafati, San Marzano, Angri, Pagani, Nocera, Cava (sì sentito bene, Cava), Vietri e l’interno Cilento, fino al Golfo di Policastro. La prossima settimana partiamo da Corbara per venire all’Arechi e incontrarci con altri ultrà granata che partono da Sapri. Siamo tutti salernitani, da Scafati a Sapri. E’ ovvio poi che in ogni singola cittadina della provincia, si faccia il tifo anche per la squadra locale. Questa minoranza di tifosi, ha offeso negli anni gran parte dei tifosi della Nocerina, alcuni dei quali malgrado tutto, vengono ancora all’Arechi. Hanno offeso gli amici di Cava e non solo. Tra poco offenderanno anche i tifosi provenienti dai quartieri Mercatello e Pastena, perché troppo periferici, così allo stadio andranno solo i tifosi del Torrione e del Carmine. Unifichiamo nuovamente il tifo salernitano e poi magari penseremo ad unificare anche quello campano. Tra Salerno e Avellino vedo molte più similitudini che differenze. Sono due realtà straordinarie e civili, orgoglio dell’intera regione. Ben venga qualche sano sfottò con Napoli e Caserta, ma Avellino, Benevento e Salerno, sono un’altra storia e un’altra geografia: sono la parte della Campania non ancora invasa dalla diossina. Forza Salernitana.

  3. Sono di Salerno (Torrione) e amo solo la salernitana da sempre; Quando vado allo stadio, in casa come in trasferta, e trovo ragazzi della provincia che seguono la salernitana sono felice ed orgoglioso….da Scafati a Sapri tanti cuori Granata che come noi di Salerno soffrono e gioiscono per la Salernitana; Le storiche rivalità con le cittadine della Provincia ci saranno sempre e nessuno può evitarlo ma se tifi salernitana dovunque sia in città o in Provincia, a Salerno sei e sarai sempre il Benvenuto….Forza Salernitana, dobbiamo lottare e rialzarci perchè oggi siamo in ginocchio!!!!

  4. Cavese Verace? lui non direbbe mai Pis…lesi; e comunque sia resti sempre un’invidioso; vatti a vedere la Cavese che siete in 300 allo stadio e in 1.000 a vedere il Napoli su Sky

  5. Il termine verace è utilizzato unicamente nelle due province nord-occidentali della Campania, per distinguere dopo un furto, i pezzi originali (che chiamano veraci), dal cosiddetto pezzotto (che ti rivendono per vero). O sei il solito infiltrato proveniente da una di queste due province (il più noto è Giggìno ‘o complèsso), oppure hai realmente la fortuna di abitare a Cava, malgrado la sfiga di essere nato napulìllo (cioè nato in una delle due province veraci). In quelle zone chiamate verace persino la pizza, quando preparata con il pomodoro San Marzano e la mozzarella di bufala della Piana del Sele, per distinguerla dalla pizza pezzotta, prodotta con il pomodoro alla diossina del Vesuvio, la mozzarella alla diossina casertana e i profumi provenienti dalla tua amata Terra dei roghi. Il cavese lo rispettiamo, con il cavaiuolo ci sfottiamo, con il napulìllo non abbiamo niente a che vedere. Salernitana forever.

  6. A Salerno il cittadino Cavese è da sempre rispettato. Con il tifoso cavaiuolo ci prendiamo in giro a vicenda. Con i napulaids invece niente di niente, indipendentemente dallo sport. Di loro ammiriamo soltanto i tratti somatici neomelodici, la munnézza d’artista, la saccente arroganza, i parcheggiatori abusivi e soprattutto i venditori di calzini.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.