Madre e figlio 15enne pestati in casa da banda criminale, choc a Scafati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
carabinieri_agosto_2015_2Sono entrati dal portone d’ingresso del cortile Ferrara. Hanno salito le scale, hanno bussato il campanello e poi hanno pestato a sangue madre e figlio: calci e pugni, con i due lasciati in una pozza di sangue sul pianerottolo di casa. Sono le fasi shock dell’incredibile aggressione messa a segno da una gang composta da tre persone, un uomo e due donne, ieri sera nel centro di Scafati, in via Pietro Melchiade, nella palazzina residenziale dove è presente anche il comando dei vigili urbani della città. Gli aggressori non hanno fornito alcuna spiegazione ad A.M., la 40enne pestata insieme al figlio di 15 anni. A darne notizia l’edizione on line del quotidiano Metropolis.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.