Caretta caretta impigliata e salvata a Salerno. Portata in stazione Anton Dohrn, liberata in primavera 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Tartaruga_Caretta_spiaggia_16_Capitaneria_spiaggiaUna tartaruga 70 centimetri di carapace e 45 kg di peso, è stata recuperata e salvata nei giorni scorsi dal Centro Tartanet dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella. La caretta caretta, chiamata dai volontari del centro “Alessandra”, era rimasta intrappolata in una rete a strascico nel golfo di Salerno ma è stata tratta in salvo e si trova ora nella stazione zoologica Anton Dhorn di Napoli, dove riceverà tutte le cure del caso. Ne danno notizia i responsabili dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella, che spiegano come le tartarughe in inverno, a causa delle basse temperature del mare, sono intorpidite e stazionano sui fondali, finendo a volte impigliate nelle reti a strascico. Ora il tetrapode resterà al caldo e al sicuro presso la struttura della stazione zoologica e soltanto in primavera, quando la temperatura dell’acqua sarà più mite, verrà rilasciata in mare. Sono 130 le tartarughe recuperate e salvate dal Centro Tartanet del Parco Marino in 8 anni di attività. Numeri importanti e che continuano a crescere anche perché la presenza di questi affascinanti abitanti del mare e’ sempre piu’ frequente nelle acque della Campania. Basti pensare alle nidificazioni che avvengono ogni estate, negli ultimi anni, lungo le coste del Cilento. Molto probabile, secondo gli esperti del Parco Marino, che tra le tartarughe che nidificano in Campania ci siano anche quelle salvate e rimesse in mare dal Centro Tartanet di Punta Campanella. Per questo l’attenzione verso questi animali a rischio d’estinzione resterà alta. “Il nostro obiettivo – dichiara il Presidente del Parco Marino di Punta Campanella, Michele Giustiniani – è di aprire un nuovo Centro di primo soccorso in grado di garantire le prime cure e l’accoglienza, in apposite vasche, degli esemplari recuperati. Stiamo lavorando, nonostante le difficoltà economiche, per fare in modo di aprire la nuova struttura nei prossimi mesi. Il centro sarà anche un luogo importante per sensibilizzare le scolaresche verso il rispetto dell’ ambiente e del mare”. (ANSA).
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.