Caso Vicinanza: Referendum sugli orari della settimana corta

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

scuola_vicinanzaNon si placa la polemica dei genitori degli alunni iscritti all’Istituto Comprensivo “G. Vicinanza”. Nel corso di alcune dichiarazioni spontanee rilasciate ieri a “Le Cronache”, essi hanno nuovamente esposto tutto il loro disappunto riguardo ad alcune scelte riconducibili alla dirigenza. «Mercoledì, alle 13.30, è stato convocato un consiglio d’istituto ad horas nel quale sono stati affrontati due punti importanti: le dimissioni del presidente del consiglio d’istituto (il magistrato Luigi Barrella) e lo spoglio delle schedine consegnate nei giorni scorsi agli alunni per decidere dell’orario scolastico da adottare.

Oltre alla settimana corta – come scrive Le Cronache diretto da Tommaso D’Angelo – , a essere contestato è in particolare il sondaggio degli orari effettuato previa consegna di alcune schede ai vari alunni, che a loro volta le hanno girate ai rispettivi genitori. «C’erano due opzioni: orario 8-14 ed orario 8-13.45. Molti di noi – precisa un’altra madre – ha però optato per l’astensione e, in alcuni casi, c’è stata addirittura la nostra volontà di rendere nulla la scheda. Nonostante ciò, la dirigente ha tuttavia parlato di “poche schede non valide”». I genitori fanno inoltre presente che «la lettera di dimissioni del presidente del consiglio d’istituto non è stata ancora pubblicata sul sito, almeno fino alle 18 di oggi (ieri per chi legge, ndr); questo è il motivo per cui la alleghiamo qui».

Intanto è stato già eletto un nuovo presidente del consiglio d’istituto, nei cui riguardi sostiene uno dei genitori: «Pur essendo favorevole al sabato scolastico, ha votato per la settimana corta ritenendo successivamente inconfutabili le tesi della dirigente». Infine i genitori si congedano con un appunto. «L’adozione di nuove scelte curricolari o la variazione di scelte già effettuate deve tener conto delle attese degli studenti e delle famiglie in rapporto alla conclusione del corso di studi prescelto. Invece – sostiene ancora un’altra madre – lunedì è stata convocata una riunione dei rappresentanti di classe in cui sono state illustrate le due opzioni degli orari; pare che però fossero presenti solo i sostenitori della settimana corta».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.