Autorità di sistema portuale, da Salerno un metodo efficiente per Napoli (di Tony Ardito)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
tony_ardito_foto_2“Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto di “Riorganizzazione, razionalizzazione e semplificazione delle autorità portuali”, presentato dal Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia. Il provvedimento si inserisce nelle politiche e nelle azioni per il rilancio della portualità e della logistica intrapreso dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio.

Insieme ad altre azioni in corso, il decreto punta sulla competitività dei nostri porti e sostiene il ruolo dell’Italia, attraversata da quattro corridoi ferroviari Ten-t, come hub nel Mediterraneo e piattaforma logistica europea.

La semplificazione delle procedure per facilitare il transito di merci e passeggeri, la promozione di centri decisionali strategici rispetto all’attività di porti in aree omogenee, la riorganizzazione amministrativa, il coordinamento centrale del Ministero sono i princìpi centrali del decreto…

I porti italiani vengono riorganizzati in 15 Autorità di sistema portuale, centri decisionali strategici con sedi nelle realtà maggiori, ovvero nei porti definiti core dalla Comunità Europea. Le sedi di Autorità di sistema portuale sono: Genova, La Spezia, Livorno, Civitavecchia, Cagliari, Napoli, Palermo, Catania, Gioia Tauro, Taranto, Bari, Ancona, Ravenna, Venezia e Trieste. Il decreto prevede che alle nuove Autorità di sistema portuale faranno riferimento 54 Porti di rilevanza nazionale.”

Tale decreto, apparentemente, penalizzerebbe il nostro territorio che nel corso degli anni ha visto crescere in modo assai significativo la propria realtà portuale. Importanti operatori internazionali, difatti, hanno preferito, e per molte ragioni, il nostro scalo ad altri per i propri traffici, sia merci che crocieristici; dando così un forte impulso alla economia complessiva della intera comunità salernitana e contribuendo a consolidare la infrastruttura del capoluogo quale prima realtà produttiva della provincia.

Andrea Annunziata, presidente dell’Autorità Portuale di Salerno, per tali risultati e per i lusinghieri trascorsi, avrebbe le carte in regola per proseguire il suo impegno alla guida del nuovo organismo. E’ auspicabile che vi sia una “premialiatà” al merito, riconosciuto pure in Europa, sin’ora dimostrato a mare aperto.

Anche alla corposa e composita comunità marittima di Napoli – la cui Autorità è da tempo commissariata – potrebbe risultare proficuo provare ad utilizzare un metodo di lavoro che qui, e non senza incontrare difficoltà, ha prodotto frutti eccellenti e rilanciato una infrastruttura, certo non esteticamente affascinante, ma che solo venti anni fa si riteneva inadeguata al punto da invocarne, da diverse parti ed in più sedi istituzionali, la delocalizzazione.

Naturalmente, sono scelte che matureranno altrove, ma che – al di là di un pizzico di sano campanilismo – spero considerino la salvaguardia dello status quo e la incentivazione della occupazione e del sistema produttivo locale, favorendo ulteriori occasioni di sviluppo e di crescita, il cui riverbero sarebbe di evidente beneficio per tutti.

editoriale a cura di Tony Ardito, giornalista

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.