Sant’ Arsenio: il piccolo Francesco, ritrovato in Venezuela dopo 5 anni, rientra in Italia con il padre

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
bimbi_sottratti_madre_battipagliaQuesta è la storia di un padre e di un figlio che si ritrovano dopo 5 anni  grazie alle indagini transnazionali coordinate dal Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (SCIP), diretto dal Dirigente Superiore della Polizia di Stato dr. Gennaro Capoluongo.

Nel 2010, il padre di Francesco ha sporto denuncia per sottrazione di minore presso la Stazione Carabinieri di Polla (SA) ad opera della madre italo venezuelana che, recatasi in Venezuela con il figlio di due anni, aveva deciso di non rientrare più in Italia.

Le indagini vengono immediatamente attivate e nel frattempo il papa’ presenta anche istanza di rimpatrio ex Convenzione dell’Aja. Nel 2012, il Tribunale per la Protezione dell’Infanzia a Caracas rende esecutiva la sentenza di rimpatrio del piccolo ma l’esecuzione del provvedimento, nonostante i reiterati tentativi, rimane vana in quanto la madre con il minore si è resa irreperibile.

Nel 2014, la madre perde la potestà genitoriale.

Nei giorni scorsi, a conclusione di una complessa ed articolata attività investigativa, la polizia Venezuelana, in costante contatto con l’INTERPOL,  ha rintracciato la madre ed il minore che finalmente ha potuto riabbracciare il padre partito dall’Italia non appena appresa la notizia del ritrovamento del figlio.

Padre e figlio,  hanno quindi lasciato il Venezuela, hanno fatto scalo a Madrid dove sono stati assistiti dall’Ufficiale di collegamento presente sul posto e sono poi ripartiti per l’Italia.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.