Torrente esonerato, ecco gli errori del mister di Cetara

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Spezia_Salernitana_16_TorrenteUno schiaffo in pieno viso, di quelli che lasciano le cinque dita sulla pelle. Questo l’affronto di una partita senza confronto, tra uno Spezia nei panni del gatto che scherza col topolino granata. Torrente ci mette del suo, il tecnico anche stavolta prende lucciole per lanterne. Insiste con il proporre uno stanco e svogliato Gabionetta, lascia in panca un attaccante come Donnarumma che in relazione a gol fatti e minuti giocati è il migliore della Salernitana e non gioca. Non si accorge che Franco, in serata no ha rischiato il rosso più volte. Non cambia Zito quando doveva farlo con l’ex irpino in debito d’ossigeno.

Non è questa la Salernitana, non potrebbe mai essere questa, altrimenti le speranze salvezza sarebbero ridotte al lumicino. Salernitana irretita, arroccata, devastata dalla fluida manovra dello Spezia che se batte tre volte la squadra granata senza che il mister di Cetara sia in grado di prendere le giuste contromisure delle due l’una: o Lo Spezia è imbattibile per la Salernitana oppure Torrente non è in grado di studiare valide contromisure e contromosse. Torrente a fine partita ha motivato la sconfitta con l’espulsione di Gabionetta. Eppure la Salernitana era passata in vantaggio proprio in inferiorità numerica senza riuscire a gestire il gol di Coda.

La Salernitana è una squadra vittima delle sue stesse contraddizioni e paure. Ora c’è bisogno di una svolta, di una vera svolta per dare risposte concrete. Risposte che devono arrivare dal campo. La Salernitana è attesa da altre tre gare insidiosissime. Pescara, Ternana e Crotone. Dopo il rovescio in Liguria, c’è da farsi venire la tremarella, ma una squadra è tale quando mostra di avere il carattere e la forza per reagire. Nel frattempo la società ha ragionato sul da farsi dando il benservito al tecnico di Cetara e richiamando sulla panchina Leonardo Menichini. Praticamente dopo cinque mesi si torna al punto di partenza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Da un salernitano mi aspettavo le dimissioni.
    Col Pescara si perde sicuramente inutile bruciare il nuovo mister.

  2. La stagione è salvabile, ma la domanda è: chi la può salvare lo vuole davvero? Se hai un allenatore che fa 3 punti su 18 e non lo esoneri, ti vuoi davvero salvare? Se hai una squadra incompleta e invece di rinforzarla la indebolisci nel mercato, ti vuoi davvero salvare? Se hai un operatore di mercato chiaramente emarginato dai giri che contano e capace solo di fare affarucci minori per tornaconti personali e di amici e lo confermi, ti vuoi davvero salvare? Ma soprattutto se prometti mari e monti, ma poi all’atto pratico non mantieni niente, ti interessa davvero qualcosa della squadra? Se Lotito vuole andare via, lo faccia, ma ora. Fabiani ha fatto i soliti danni, anche economici, ma quel che fa più paura è che una società così menefreghista non da certo l’idea di stabilità. Siamo sicuri che Lotito non ha capito che fare guerre per la multiproprietà è solo controproducente e ha deciso di abbandonare la nave, rimettendoci il meno possibile? Il mercato è chiuso e non ha rinforzato la rosa, Eusepi per Bus è un ottimo esempio di questo, ma mandare via Torrente potrebbe ancora salvare capre e cavoli, allora sto benedetto milione di euro lo si investa parzialmente sull’allenatore visto che sui calciatori di sicuro non si è speso….

  3. La serie B vale circa 6 milioni di euro tra diritti TV e premi.
    Non capisco a chi farebbe comodo la Salernitana in Lega Pro.
    Non capisco cosa aspetta il presidente a cacciare questo allenatore incompetente, presuntuoso e arrogante.
    Tutti hanno visto che il vero problema di questa squadra è il mister.
    Chi mi sa rispondere?
    Perchè io non ci capisco più nulla…..

  4. La Salernitana a La Spezia si arrende, per l’ennesima volta, e lo fa quasi senza accorgersene. Il risultato era abbastanza semplice da pronosticare, anche se nessuno avrebbe scommesso sul momentaneo e fugace vantaggio: Eppure il risultato era prevedibile ed ora siamo quì a commentare non solo una sconfitta ma, più che altro, un’ammissibile impietosa retrocessione alla quale la squadra di Torrente, sembra ineluttabilmente avviata. Sfortuna, dilettantismo, una squadra oggettivamente debole costruita l’estate scorsa, rattoppata male ultimamente, poco entusiasmo, sembrano ormai gli ultimi ingredienti di questo mix letale che, senza soffermarci troppo sulle proporzioni, costringe i supporter salernitani a fare i conti con la realtà. Bisogna solo sperare in un miracolo.

  5. Ma la vede il Mister la partita dalla panchina? Era chiaro a tutti che Gabionetta era un fantasma ed ha commesso due falli inutili. Bisogna avere gli attributi per fare l’allenatore, mi sembra Babbo Natale, caro Mister.

  6. Mi piace molto l’articolo ed il commento di ZZtop, che mi hanno fatto riflettere , e cioe’ ,se un allenatore non vede quello che e’ risultato evidente a tutti, Franco male, Zito con l’ossigeno, e la persistente esclusione di Donnarumma per un penoso nuovamente Gabionetta, allora davvero Torrente non capisce un cazzo, e con un allenatore cosi’ come possiamo pensare di salvarci ???? E ancora, sulle considerazioni di ZZtop, perché non e’ stato esonerato??????
    Ma forse, che quasi quasi il Sancho Panza pensa che gestirebbe meglio le due scarpe ,Salernitana e il Lazie, con noi in lega pro???????

  7. A volte ritornano gli uomini che spariscono. Oggi tocca a Menichini. Domani, chissà, potrebbe valere per Torrente. Questa è la regola che vige nel calcio italiano. Vero Lotirchio?

  8. Ciccio non leggo il tuo post , non ti interessa la discussione?
    Ah dimenticavo,tu non sei tifoso granata tu sei “ANTINAPOLI”
    che LOTAAAAAAAAAAAAAAAAA

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.