Caritas: a Teggiano il progetto “rifugiato a casa mia” per l’accoglienza ai profughi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Immigrati_Porto_Salerno_sbarco_9Al via “Protetto. Rifugiato a Casa Mia” un progetto di accoglienza e integrazione che vede insieme come protagonisti rifugiati e famiglie. “Protetto. Rifugiato a Casa Mia” è coordinato da Caritas Italiana e sul territorio della Diocesi di Teggiano-Policastro vedrà la supervisione della Caritas diocesana attraverso la figura di un operatore diocesano. La Caritas diocesana di Teggiano-Policastro già da alcune settimane ha avviato una prima fase di monitoraggio per poter individuare 10 beneficiari e 10 famiglie accoglienti.

I beneficiari dovranno essere cittadini stranieri titolari di un permesso di soggiorno definitivo, potranno essere singoli o nuclei familiari. Nello specifico, ci si rivolgerà soprattutto a coloro in uscita dai circuiti di accoglienza ordinaria  (Cas – Centri di Accoglienza Straordinari e SPRAR –Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) in essere sul territorio diocesano. L’accoglienza vera e propria tra alcuni beneficiari e alcune famiglie già individuati verrà avviata già a partire dalla prossima settimana.

Dopo i primi colloqui conoscitivi, la  famiglia e il direttore della Caritas diocesana firmano l’accordo di accoglienza. I beneficiari potranno essere accolti nell’abitazione dove risiede la famiglia tutor, presso locali parrocchiali o presso istituti religiosi. La durata dell’accoglienza è di 6 mesi durante i quali ogni singolo percorso di integrazione verrà costantemente monitorato. “Protetto. Rifugiato a Casa Mia” vuole essere un tassello di congiungimento tra il rifugiato e la comunità, la linea di partenza per raggiungere alcuni obiettivi quali l’orientamento e l’accompagnamento all’inserimento sociale, abitativo e lavorativo.

«Auspichiamo – dice Don Martino De Pasquale Direttore della Caritas diocesana di Teggiano-Policastro- che questa esperienza di accoglienza non sia solo delle singole famiglie ma delle intere comunità parrocchiali». Per ogni progetto di accoglienza è previsto un kit di integrazione volto a favorire attività ricreative, sociali e culturali per poter arricchire la conoscenza reciproca. Non è la prima volta che la Caritas diocesana di Teggiano-Policastro diventa protagonista dell’accoglienza diffusa. Lo ha fatto nel 2013, in seguito all’Emergenza NordAfrica,  partecipando insieme ad altre 12 Caritas  al progetto sperimentale “Rifugiato a Casa Mia” che vide 2 famiglie accogliere 3 ragazzi dell’Africa sub sahariana.

Lo ha fatto a Natale del 2014 quando ha promosso il progetto “Ed ecco la stella” che ha visto per tutto il periodo natalizio le famiglie del territorio del Vallo di Diano, degli Alburni e del Golfo di Policastro accogliere nei giorni delle vacanze 20 minori  stranieri non accompagnati. Un’esperienza in realtà mai conclusa visti i legami di amicizia nati tra i giovani migranti e i giovani delle famiglie accoglienti.

Le famiglie interessate all’iniziativa possono dare la propria adesione rivolgendosi a:

– Don Martino De Pasquale– Direttore Caritas diocesana di Teggiano Policastro + 39 338 9936565            – Lucia Patrone – Operatore progetto “Protetto. Rifugiato a Casa Mia”  cell. +39 39 39796103 o scrivendo a immigrazione@caritasteggianopolicastro.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.