‘Il sindaco pescatore’: approda su Rai Uno la storia di Angelo Vassallo

Stampa
angelo_vassalloSarà proiettato in anteprima venerdì 5 febbraio a Roma, presso il cinema Barberini, il film “Il Sindaco Pescatore” che sarà visibile al grande pubblico nella prima serata di lunedì 8 febbraio su Rai Uno. Tratto dall’omonimo libro “Il Sindaco Pescatore” scritto da Dario Vassallo e Nello Governato, edito da Mondadori, il film prodotto da Solaris Media e Rai Fiction, con la regia di Maurizio Zaccaro e la sceneggiatura di Salvatore Basile, racconta la storia e l’operato di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica barbaramente ucciso il 5 settembre 2010 con nove colpi di pistola mentre rincasava. Ad interpretare Angelo Vassallo è Sergio Castellitto, insieme a lui, tra gli altri nomi illustri del cast, c’è l’attore Renato Carpentieri nei panni di Gerardo Spira, il fedelissimo segretario comunale ai tempi dell’amministrazione Vassallo.

“Il film per Angelo – spiega Dario Vassallo, presidente della Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore – vuole essere un omaggio a chi si è impegnato fino alla morte per cambiare il destino di un territorio e del proprio Paese. È dedicato a Lorenzo Rago, il sindaco di Battipaglia scomparso nel buio di una fredda notte invernale del ‘53, nel pieno delle sue funzioni, e a Marcello Torre, il sindaco di Pagani ucciso dalla camorra l’11 dicembre 1980. Lorenzo, Marcello ed Angelo sono stati tre sindaci che hanno provato a trasformare il territorio della provincia di Salerno da terra di briganti a terra di legalità e di uomini onesti.”

“Questi tre sindaci – continua Vassallo – vestiti dalla volontà del popolo ci hanno insegnato che al di là della linea che congiunge il mare con il cielo ci sono i sogni: il nostro è che si possa costruire un Paese migliore, dove regni la legalità e l’onestà. In questi anni il nostro sogno è stato condiviso dalla società civile, da migliaia di giovani, da centinaia di amministratori che hanno sposato i valori della nostra Fondazione. La fiction ‘Il Sindaco Pescatore’, voluta e cercata da me e mio fratello Massimo, è ricca di emozioni e serve a scuotere le coscienze di chi non ha sentito nove colpi di pistola, di chi ha contrastato il cammino della Fondazione Vassallo e di chi ha girato lo sguardo dall’altra parte. Queste persone con il loro comportamento si sono rese complici. Il film – conclude – ci aiuterà ad arrivare alla verità.”

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.