Menichini promette la salvezza della Salernitana

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
salernitana_reggina_40_menichiniNuovo giro, nuova corsa. Soprattutto, nuova impresa per Menichini chiamato al capezzale di una squadra in debito d’ossigeno e di punti che rischia di retrocedere da quella categoria così faticosamente conquistata lo scorso anno. Non è più la sua Salernitana quella che aveva lasciato nel giro di campo dopo l’aritmetica promozione. Dieci mesi dopo tensioni, veleni, polemiche, paura di retrocedere. Trova un’altra squadra il trainer di Ponsacco ma trova soprattutto un altro ambiente.

Oggi, gli si chiede quasi un miracolo: rivitalizzare, se vogliamo svegliare a ceffoni una Salernitana dormiente che non riesce a superare neppure l’ultima della classe come il Como lì dove andava cambiato Torrente all’alba del mercato di riparazione e della lunga sosta. Inutile piangere sul latte versato e su una stagione cominciata male e proseguita peggio. Ora tocca a Menichini cambiare il finale.

Torrente non ci mancherà, perché ci ha messo del suo in questa classifica che si fa sempre più a tinte fosche. Menichini avrà tutto l’appoggio dei tifosi e, speriamo, del gruppo di calciatori. Tutti, anche quelli accantonati o dimenticati dal tecnico precedente, come Donnarumma e Pollace dimenticati dal tecnico di Cetara. Non tutto è perduto, ma adesso è necessario reagire e lottare sul serio. La salvezza, sarà una seconda promozione. Per Menichini e non solo.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Siamo scarsi ci vuole un miracolo…. che vergogna pensare al derby con la Cavese. SOLO SCHIAFFI PER TUTTA ITALIA… CAGNAT MESTIER!!!

  2. Seguo le partite su SKY dall’inizio del campionato. A parte la prima con l’Avellino, la squadra non e’ mai riuscita a rendere. I giocatori sono sempre in ritardo sui contrasti e si fanno ammonire o espellere, ma soprattutto si sbaglia molto. Moro a centrocampo non azzecca un passaggio; Odjer corre corre e basta; Gabbionetta vuol giocare da solo ma sembra non avere forza: poi con lo Spezia si fa anche espellere. E’ stracotto. Coda e’ poco e mal servito dai compagni. Sciaudone segna ma per lo Spezia. I portieri non danno sicurezza alla difesa che traballa ogni qualvolta viene attaccata perché’ mal posizionata.
    La squadra manca di mordente; forse il cambio allenatore e’ giunto troppo tardi.
    Se i calciatori hanno pochi fondamentali facciamoli almeno correre.

  3. I singoli atleti sono bravi, ma purtroppo ancora oggi, manca un vero gioco di squadra. Speriamo bene!!!

  4. Ora basta lamentele (per noi tifosi) e basta alibi pre-cotti (per nuovo mister e per giocatori). Il tempo c’è, la voglia di lavorare pure. Sotto, col lavoro e col cuore, ce la faremo.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.