Razzismo, De Luca: «Forza Koulibaly, siamo tutti con te»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
16
Stampa
koulibalyA distanza di un anno dai ‘buu’ a Niang ed Edenilson in Lazio-Genoa del 10 febbraio scorso, i tifosi della Lazio cadono di nuovo nel razzismo. Stavolta la vittima è il difensore del Napoli, Kalidou Koulibaly, che a metà secondo tempo perde la pazienza agli ennesimi cori beceri rivolti nei suoi confronti per il suo colore della pelle, fa un gesto di disappunto verso la Curva Nord laziale e richiama l’attenzione verso l’arbitro. Il resto lo fa proprio Irrati di Pistoia, che richiama le due squadre a centrocampo e sospende il match per circa 4′ per consentire allo speaker di annunciare al pubblico il rischio di squalifica del campo e di sconfitta a tavolino in caso di nuovi episodi.

“Dobbiamo fare i complimenti a Irrati”, l’elogio di Maurizio Sarri a fine partita, “la situazione – le sue parole a Mediaset – stava diventando imbarazzante. Eravamo tutti dispiaciuti per Koulibaly. Penso comunque che lui sia sereno, perché è molto intelligente ed equilibrato ed è aiutato anche dai compagni”.

Anche se i cori erano “ingiustificabili”, dice il parere del tecnico della Lazio, Stefano Pioli, “fossi stato al posto dell’arbitro non avrei fermato la partita. Questi cori – spiega a ‘Premium’ – non vanno fatti e non sono giustificabili ma anche noi abbiamo giocatori di colore e vengono rispettati. Facendo così si dà importanza a una minoranza, io avrei fatto proseguire il gioco”.

“Bravo Irrati, ha gestito bene Lazio-Napoli sul piano tecnico e ha fatto una scelta importante sul piano culturale, nel sospendere la partita per quello che stava accadendo sugli spalti”, il parere del presidente dell’Aia, Marcello Nicchi. Ora la Lazio rischia una pesante decisione, proprio a causa di quella recidiva di un anno fa.

Quando, in base all’articolo 14 del Codice di giustizia sportiva della Figc, dove al comma 2 spiega che “qualora la società sia stata già diffidata, ovvero in caso di fatti particolarmente gravi”, viene inflitta una sanzione aggiuntiva (articolo 18), dall’obbligo “di disputare una o più gare a porte chiuse” alla disputa “di una o più gare con uno o più settori privi di spettatori” fino alla “squalifica del campo per una o più giornate di gara o a tempo determinato, fino a due anni”. Inoltre, si spiega che “qualora la società sia stata sanzionata più volte, la squalifica del campo, congiunta all’ammenda, non può essere inferiore a due giornate”.

La decisione spetta ora al giudice sportivo, che si regolerà in base ai referti dei delegati della procura federale presenti a bordo campo.

Sull’argomento è intervenuto anche il governatore De Luca: “Forza Koulibaly, siamo tutti con te. Il razzismo fa schifo. Il razzismo negli stadi fa schifo due volte”. Lo scrive su Twitter il Presidente della Campania, Vincenzo De Luca, commentando i cori razzisti contro il giocatore del Napoli

Foto da internet

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

16 COMMENTI

  1. PURTROPPO QUESTI PERSONAGGI SI AGGIRANO IN TUTTE LE CITTA’, SONO COME GLI SCARAFAGGI, CI VORREBBE UNA BELLA DISINFESTAZIONE.

  2. Tutti i tifosi perbene sono con te, forza Koulibaly e grazie al presidente De Luca per il sostegno!

  3. Concordo in toto “INNAMORATO” ed aggiungo:
    ormai siamo abituati a queste ingiurie , purtroppo non lo è il nostro K2
    che stava facendo una partita “STUPENDA” ragion per cui i laziali hanno pensato bene di beccarlo(INFAMI & VIGLIACCHI).Per tutto il resto non ce ne frega nulla andiamo avanti con la prossima sfida e così via fino a quando durerà questa”GRANDE AVVENTURA”

  4. A Salernonotizie ormai si parla più del napoli che della SALERNITANA! complimenti…. dopo 10 anni di riferimento per quanto riguarda l’informazione internet di salerno ho deciso di eliminarvi tra i miei “preferiti”! ADDIO

  5. Ma quando i “civili” tifosi di questa squadra hanno fischiato il minuto di raccoglimento in memoria di Chinaglia nessuno si è scandalizzato? O peggio ancora.. quando hanno fischiato il nostro Inno Nazionale……… nemmeno li nessuno si è scandalizzato? Per me i veri razzisti sono i napoletani

  6. Caro Antonio non è vero che nessuno si è scandalizzato, se ne è parlato per giorni ed i tifosi (assolutamente non tutti ) che hanno fischiato sono stati giustamente criticati. Questi episodi non sono paragonabili però alla vicenda del difensore del Napoli, fischiato esclusivamente per il colore della sua pelle! I tifosi della Lazio sono anni che si distinguono per il loro razzismo. Quanto a Ciccio, penso proprio che nessuno sentirà la tua mancanza !!!

  7. I “CIVILI TIFOSI” ci sono dappertutto per cui se la mamma degli stolti è sempre incinta anche a Salerno nascono quindi taci oppure trova un altro argomento per essere “ANTINAPOLI” a prescindere.

  8. Se non togliete le news sul Napoli lo dico a mammina e non vengo più su salernonotizie,o’ giur!!

  9. Nessuno ricorda un Napoli-Salernitana in serie B nei primi anni 2000 quando giocava Babù con la maglia granata e si sentivano gli ululati verso di lui……A Memoria nun è bbon!!… Napoli-Inter 2010 coro “Balotelli figlio di P….” Napoli-Milan febbraio 2014 di nuovo il coro “Balotelli figlio di P.” pure i bambini a cantare il coro…..NON CENSURARE

  10. MA CHE MISERABILI ADESSO INVENTANO PERSINO EPISODI DI RAZZISMO MAI ACCADUTI ….CHE PENA .PS MA CHI è STU BABU’ UN PERSONAGGIO DI DRAGON BALL Z ???

  11. X quello delle 17.02. Rispecchi il classico vittimismo tipico napoletano.
    Tu ed altre migliaia come te avete fischiato l’Inno Italiano. Lo sa tutto il mondo che non vi sentite italiani ed inneggiate ai borboni ( il minuscolo è voluto) ed altre stupidaggini varie. Quello che deve tacere sei tu.

  12. Fai pure finta di non ricordare chi era Babù, dopotutto i napoletani giudati da quella Vajassa razzista non possono mai ricordare perché sono negazionisti a prescindere, un popolo che ha sempre voluto la Monarchia, talmente ignoranti che pure quando si fece il referendum tra Repubblica e Monarchia Sabauda, scelsero la monarchia si Monarchia Sabauda i Piemontesi e poi dicono che per colpa della loro colonizzazione nel 1861 che i Borbone francesi non li governano più….come era bello essere suddito schiavo servo del Re Borbone, ospedali chiuse, analfabetismo ai massimi livelli, l’unico tratto ferroviario Napoli-Portici, al Nord tra Repubbliche marinare Regno Sabaudo e Lombardo-Veneto governato dagli Asburgo esisteva già la tratta ferroviaria che collegava Genova-Torino-Milano-Venezia…..ma l’importante è essere dò Sud!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.