Pescara: Mister Oddo, "Divieto tifosi trasferta a Salerno è ridicolo"

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Pescara_tifosiContinua a creare polemiche la decisione di vietare ai tifosi del Pescara la trasferta di domani a Salerno per la gara con la squadra campana (all’andata a Pescara un pullman ospite fu fatto oggetto del lancio di sassi). Questa mattina, nella tradizionale conferenza stampa della vigilia, il tecnico Massimo Oddo ha detto di considerare questa decisione “ridicola perché sembra che capiti solo a noi. Non credo che Salernitana-Pescara sia una gara più pericolosa di Pescara-Bari della settimana scorsa (con tafferugli al 91′ fra i tifosi ospiti e le forze dell’ordine ndr.) o di altre partite. Mi piacerebbe ascoltare le motivazioni di chi prende queste decisioni perché a mio avviso questo può essere anche penalizzante in fatto di campionato.

Quando c’è entusiasmo e hai un pubblico ritrovato e che ti segue e ti sorregge può darti una mano e il fatto – ha proseguito – che in questo campionato è già capitato altre tre volte di dover giocare senza tifosi in trasferta fa pensare, perché sembra che la curva pescarese sia la più cattiva d’Italia. Così facendo non ha neanche più ragione di esistere la famosa tessera del tifoso perché una persona spende i soldi, fa la tessera e fa tante cose e tanti sacrifici per l’amore della propria squadra e poi non può andare in trasferta, e allora cosa fa a fare la tessera. Sarebbe meglio non farla e vietare tutte le trasferte.

Io non dico che la partita non possa avere anche delle problematiche di ordine pubblico ma sembra che a Pescara ci siano gli hooligan e poi alla fine succede sempre a Pescara qualcosa con i tifosi ospiti. Dico e ripeto – ha concluso Oddo – che ho grandissimo rispetto delle forze dell’ordine e di chi lavora per non far accadere nulla e che paga anche di persona, ma non capisco perché in questo campionato è già la terza volta che accade questo e non mi sembra che quella del Pescara sia la tifoseria più calda in termini di violenza”. Intanto proprio per venire incontro ai tifosi pescaresi, la società Pescara Calcio sta pensando di far allestire un maxischermo nel piazzale antistadio. Si attende l’ok della Prefettura e del Comune.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. All’andata avete giocato a fare gli ultrà lanciando pietre ai pullman dei sostenitori granata (approposito, che azione da veri ULTRAS, pietre contro pullman…) e al ritorno ve stat’ a cas! È semplice Oddo, molto semplice.

  2. E’ il fallimento della tessera del tifoso e del buonismo a tutti i costi e la vittoria della repressione…i pescaresi sono, come gli altri ultras, vittime di questo sistema..
    Un sistema ideato da 4 politicanti che della passione non sanno il significato.
    senza tessera o con tessera ….questo calcio non è più per i tifosi

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.