Punto di partenza per Menichini: Salernitana-Pescara termina 2-2

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
salernitana_pescara_2016_39_donnarummaTermina con il risultato di 2-2 il match all’Arechi tra Salernitana e Pescara. Prima frazione vivace e intensa con i granata in vantaggio al quarto d’ora grazie ad un rigore di Coda conquistato da Donnarumma. Ma il Pescara non molla e trova il pari con il solito Lapadula. Nel finale di tempo rosso diretto per Zito per un calcione a Memushaj e granata in dieci uomini. Nella ripresa anche gli abruzzesi rimangono in dieci per il doppio giallo a Caprari ma trovano il raddoppio grazie a Verde lesto a depositare in rete un azione caparbia e forse irregolare di Lapadula. Ma dopo solo un minuto nuovo rigore per i granata per fallo di mano di Mazzotta, ma Coda questa volta si fa intuire la conclusione. Sembra finita ma Ceccarelli all’85’ pesca in area Donnarumma che imperioso stacca dall’area piccola per il 2-2 definitivo. Salernitana che racimola un pari poco importante per la classifica ma che potrebbe dare la scossa dal punto di vista psicologico.

La Salernitana dunque si riaffida a Leonardo Menichini, subentrato in settimana a Torrente per affrontare all’Arechi il Pescara. Salernitana reduce da cinque sconfitte ed una vittoria nelle ultime sei giornate. Il Pescara, che ha il doppio dei punti dei granata ha collezionato 7 vittorie consecutive. Sulla carta non c’è partita, ma il terreno di gioco si sa è un’altra cosa.

Salernitana in campo col 4-3-3 pronto a trasformarsi in fase di non possesso in 4-5-1. Davanti a Terracciano Ceccarelli e Franco gli esterni, Bernardini ed Empereur i centrali di difesa. In mezzo al campo Odjer, Pestrin e Zito, in avanti Coda con Donnarumma e Oikonomidis alle spalle.

Il mister del Pescara Oddo cambia poco rispetto all’ultimo match casalingo con il Bari: davanti a Fiorillo non ci sarà però Campagnaro – infortunato – che sarà sostituito al centro della difesa da Fornasier, il quale farà coppia con Zuparic. Sull’out destro spazio a Zampano, con il neo acquisto Mazzotta sulla corsia opposta. A centrocampo il giovane Mandragora ha la meglio su Torreira e si posiziona in cabina di regia, con Verre e capitan Memushaj ai suoi lati. Benali sarà il trequartista, alle spalle della collaudata coppia terribile formata da Lapadula e Caprari. Assenti, oltre al già citato Campagnaro, anche Crescenzi, Selasi e Cappelluzzo. Solo panchina per gli altri due nuovi acquisti Coda e Pasquato.

Arbitro del match Gianluca Aureliano di Bologna. Si gioca in un bel pomeriggio con sole primaverile e una cornice di pubblico non certo da disprezzare considerata la posizione in classifica dei padroni di casa. Settore ospiti vuoto per il divieto della Lega della trasferta per i supporters abruzzesi.

LA PARTITA

Parte il match con le due squadre che nei primi minuti giocano in un fazzoletto di campo. Al 3’ contatto dubbio in area tra Odjer e Zampano, l’arbitro lascia correre. Al 6’ abruzzesi pericolosi con una bella incursione di Caprari che libera Verre al tiro Terracciano respinge e La Padula ribadisce in rete ma il bomber è in posizione irregolare e il gol viene annullato. Al 10’ cerca di suonare la carica Coda con uno slalom a sinistra ma la sua conclusione è fuori.

Al 16’ a sorpresa granata in vantaggio: ripartenza di Ceccarelli che taglia in area per Donnarumma che salta Fornasier e Fiorillo in uscita lo stende nettamente: giallo per il portiere e rigore per i locali che Coda realizza con freddezza spiazzando l’estremo difensore ospite. Ritorna l’entusiasmo all’Arechi con Menichini che si gode un importante vantaggio. Insiste la Salernitana sulle ali dell’entusiasmo con i biancocelesti che sembrano accusare il colpo ma al 25’ un lancio con il contagiri di Zampano pesca Lapadula al centroarea bravo a incunearsi tra i due centrali granata e battere di sinistro Terracciano. I granata non ci stanno e cercano la pronta reazione con una triangolazione Coda – Odjer – Coda ma l’ex Parma spara sull’esterno della rete. Alla mezz’ora bella punizione di Zito dalla sinistra e Fiorillo si distende deviando in corner. Dopo un minuto azione pericolosa di Lapadula che scatta in fuorigioco non ravvisato ma spreca l’opportunità del raddoppio recuperato dalla difesa campana.

Al 37’ nuova punizione per i granata affidata a Coda che ‘’telefona’’ il tiro per Fiorillo. Sempre l’ex Parma un minuto dopo si trova a tu per tu con il portiere abruzzese ma si incarta nel dribbling e si fa recuperare dai difensori pescaresi.

Nel finale di tempo rosso diretto per Zito per un calcione a Memushaj e granata in dieci uomini con un tempo intero ancora da giocare. Si va sotto la doccia dopo due minuti di recupero e un bel primo tempo.

SECONDO TEMPO

Comincia il secondo tempo con gli stessi schieramenti in campo e con Menichini che retrocede Oikonomidis sulla linea dei centrocampisti. Sempre pericoloso Lapadula che viene fermato dall’offside dinanzi a Terracciano. Oddo richiama Mandragora e inserisce l’esterno Verde.

Intanto una bella combinazione Caprari Memushaj trova Empererur pronto a chiudere in corner. Menichini inserisce Gatto proprio per Oikonomidis, ma è il Pescara ancora pericoloso con Caprari che ci prova dalla distanza con due conclusioni.

La Salernitana cerca qualche mischia in area ma sono sempre gli abruzzesi a fare il match con il bomber Lapadula che non inquadra lo specchio. Al 17’ Caprari già ammonito commette fallo e scatta per lui il secondo giallo e squadre entrambe in dieci quando manca mezz’ora al termine. Ci prova con rabbia Verde dal limite ma Terracciano sicuro blocca a terra. Al 20’ punizione di Gatto dalla sinistra e Donnarumma di testa non trova lo spazio giusto.

Oddo si gioca la carta Pasquato al posto di Benali, mentre Menichini risponde con Moro per Odjer. Al 22’ il Pescara trova il raddoppio: azione forse irregolare di Lapadula che di forza si libera degli avversari e crossa in area dove il solo Verde deposita in rete per il 2-1. Nemmeno il tempo di esultare e da un cross di Franco un tocco pescarese in area di mano viene punito con un calcio di rigore: dagli undici metri ancora Coda ma stavolta Fiorillo è bravo ad intuire.

Oddo rafforza gli ormeggi inserendo Coda per Mazzotta mentre Lapadula è sempre pericoloso con un tiro deviato in corner da Terracciano, ma al 39’ azione dalla sinistra di Ceccarelli innescato da Pestrin, cross al centro dove Donnarumma stacca dall’area piccola facendo secco Fiorillo e ristabilendo il pari.

L’Arechi esplode credendo nel miracolo e ultimi minuti di gran forcing granata che inseriscono anche il rumeno Bus, ma nel recupero scatta il rosso anche per Empereur per fallo da tergo su Fornasier. Termina qui, con un 2-2 che scontenta tutti ma non gli amanti del bel calcio. Per Menichini un punto di partenza nella nuova avventura in granata.

SALERNITANA-PESCARA 2-2

SALERNITANA (4-3-3): Terracciano; Ceccarelli, Bernardini, Empereur, Franco; Odjer (22’ Moro), Pestrin, Zito; Oikonomidis (7’ st Gatto), Coda M., Donnarumma (45’ st Bus). A disp: Strakosha, Trevisan, Colombo, Bagadur, Ronaldo, Bovo. All:Menichini

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo, Zampano, Fornasier, Zuparic, Mazzotta (38’ st Coda A.); Verre, Mandragora (5’ st Verde), Memushaj; Benali (22’ st Pasquato); Caprari, Lapadula. A disp. Aresti, Bruno, Cocco, Vitturini, Mitrita, Torreira All: Oddo

ARBITRO: Sig. Gianluca Aureliano di Bologna (Avellano/Raspollini) IV uomo: Sacchi

NOTE. Marcatori: 18’ pt Coda (S) su rig, 25’ pt Lapadula (P), 24’ st Verde (P), 39’ st Donnarumma (S). Ammoniti: Fiorillo (P), Caprari (P), Mandragora (P), Zuparic (P), Verre (P). Espulsi Zito (S) al 43’ pt, Caprari (P) al 17’ st, Empereur (S) al 48′ st. Angoli: 6-3. Recupero: 2’pt – 4’ st.  Spettatori: 9761. Coda (S) fallisce un rigore al 26’ st.

 

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. certamente Menichini non e’ un fenomeno ,ma almeno ha idee chiare come si deve disporre una squadra in campo. secondo me quello che ci salvera’ sara Donnarumma .

  2. Una prestazione gagliarda contro la squadra più in forma della serie B. 7 vittorie consecutive prima di oggi ma a Salerno soffriranno tutti.
    Un punto pesantissimo.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.