Salerno: la Mobile smantella organizzazione dedita allo spaccio di droga

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
foto procura arresti squadra mobileAlle prime luci dell’alba la Squadra Mobile di Salerno, delegata dalla Direzione Distrettuale Antimafia ha eseguito 10 ordinanze di custodia cautelare personale a carico di altrettanti soggetti dimoranti a Salerno, per il reato di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e di illecita vendita  di sostanze psicotrope. Gli arrestati spacciavano eroina nel centro storico di Salerno e nel quartiere di Matierno. In manette dieci persone con precedenti penali  (6 in carcere e 4 ai domiciliari). L’organizzazione criminale si approvvigionava della droga nel Napoletano, tra le località di Varcaturo e Giugliano per poi rivenderla nel capoluogo ai tossicodipendenti della zona. Nel corso delle indagini condotte dagli agenti della squadra mobile di Salerno, che stamani hanno provveduto ad effettuare anche numerose perquisizioni, è stato sequestrato anche un cospicuo numero di dosi di eroina.

Sette degli arrestati devono rispondere del reato di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, mentre gli altri tre rispondono solo di spaccio di stupefacente. Il promotore dell’associazione a delinquere finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti era Roberto Esposito la cui ordinanza è stata notificata in carcere perchè già detenuto. Quest’ultimo, avvalendosi delle conoscenze carcerarie del fratello Cataldo, all’epoca detenuto, aveva allacciato importanti contatti per le forniture di tale sostanze stupefacenti con familiari in stato di libertà di detenuti di origine africana, già indagati nell’ambito di altri procedimenti penali ed intraprendendo con gli stessi un rapporto commerciale.

Le stesse indagini hanno inoltre consentito di accertare le reali intenzioni del gruppo criminale che erano quelle di riattivare il mercato dello spaccio dell’eroina nella città di Salerno, la cui gestione negli ultimi anni era stata lasciata perlopiù a cittadini provenienti dall’hinterland napoletano. Durante le attività investigative e di riscontro numerosi sono stati i sequestri di sostanza stupefacente effettuata. In particolare, uno dei primi sequestri di ecstasy ha permesso di evidenziare la presenza di una particolare molecola di sintesi ritenuta molto pericolosa per i giovani assuntori. Un secondo provvedimento è stato eseguito dalla sezione narcotici ed emesso nei confronti di tre soggetti agli arresti domiciliari per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti tra il 2014 e l’inizio del 2015

VIDEO CONFERENZA STAMPA PROCURA ARRESTI DROGA

INTERVISTA AL PROCURATORE CORRADO LEMBO

INTERVISTA AL CAPO DELLA SQUADRA MOBILE DI SALERNO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Gli spacciatori che stazionano al lungomare invece non si possono arrestare? Non c’è bisogno nemmeno della fase investigativa, stanno sempre lì attorniati da ragazzini che consumano gli acquisti sul posto!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.