L’ennesima rinascita in granata di capitan Pestrin

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
salernitana_pescara_2016_65Da “peso” da piazzare e dunque possibile partente (solo per una questione di dettagli il suo trasferimento in Lega Pro non si è concretizzato), da giocatore “scomodo” (tale stava iniziando a considerarlo anche la proprietà) a titolare e poi addirittura a elemento fondamentale per l’equilibrio della squadra e baluardo insuperabile per gli avversari, il passo non è così breve.

Eppure è quello che è successo a Manolo Pestrin, uno dei protagonisti della promozione in B (grazie ad un campionato “immacolato”, col quale aveva riscattato la sua precedente esperienza in granata, facendo ricredere sul suo conto anche i più scettici). Finito nel mirino della critica a causa di un girone d’andata al di sotto delle aspettative, il mastino romano a inizio gennaio non era stato più considerato incedibile dalla società che, anzi, avrebbe voluto ringiovanire il gruppo e tagliare i ponti col passato. Pestrin è stato ad un passo dalla cessione (non ha trovato l’accordo economico con Pavia e Martina Franca, ma le operazioni avevano già ricevuto il placet della Salernitana, che lo aveva proposto anche alla Paganese).

Il romano, che a differenza degli epurati (Sciaudone, Troianiello, Perrulli e Pollace) aveva continuato ad allenarsi regolarmente, era stato messo da parte da Torrente, che gli aveva preferito nelle ultime uscite il nuovo acquisto Ronaldo. Per la sua prima sulla panchina granata, invece, Menichini lo ha estratto dal cilindro come un vero prestigiatore e il trucco è riuscitissimo, visto che l’ex Cesena ha offerto un’ottima prestazione, sfoggiando la sua grinta impareggiabile e anche delle giocate acrobatiche estremamente spettacolari.

Il tecnico di Ponsacco è tentato: vista l’emergenza in difesa vorrebbe utilizzare Pestrin da libero, alla De Rossi, ma l’infortunio del brasiliano potrebbe costringerlo a rivedere i suoi piani, visto che in mediana non ci sarebbero cambi per i tre titolari, motivo per cui il mastino romano potrebbe essere confermato come perno del centrocampo. In ogni caso, il capitano è tornato e s’è ripreso la Salernitana, intenzionato a riconquistare nuovamente stima ed affetto dei supporters granata. E magari anche il rinnovo o un incarico dirigenziale, visto che a giugno il suo contratto scade.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. VE LO SIETE DIMENTICATI SOLO 5 ANNI FA CHE ERA IL PRIMO DEI MERCENARI!?
    SEMPLICEMENTE RIDICOLO
    APRITE GLI OCCHI E PUBBLICATE IL MIO COMMENTO PER FAVORE

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.