I fatti del giorno: mercoledì 17 febbraio 2016

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Rassegna_fattiCAOS UNIONI CIVILI: M5S NON VOTA CANGURO, PD SPACCATO
ITER DDL CIRINNA’ SI COMPLICA, NODO LA STEPCHILD ADOPTION

E’ cominciata tutta in salita ieri la discussione al Senato del
disegno di legge Cirinnà sulle unioni civili. Nel pomeriggio il
Movimento 5 Stelle ha annunciato a sorpresa che non voterà
l’emendamento “canguro” del Pd, che blinda l’adozione del figlio
del partner e salta i 500 emendamenti ostruzionistici della
Lega. La mossa rallenta l’iter della legge. Il Pd deve trovare
una maggioranza interna per il “canguro” o affrontare una lunga
e rischiosa discussione sugli emendamenti. I cattodem continuano
a chiedere lo stralcio della stepchild adoption dal disegno di
legge, contro la volontà della maggioranza del partito.
—.

NUOVA BUFERA TANGENTI IN LOMBARDIA, ARRESTATO LEGHISTA RIZZI
TRUCCATE GARE SERVIZI ODONTOIATRICI. MARONI SOTTO ASSEDIO

“Sono molto incazzato per quello che è successo. Chiunque abbia
sbagliato ne risponderà”. Così il governatore della Lombardia,
Roberto Maroni, ha commentato ieri l’arresto per tangenti del
consigliere regionale leghista Fabio Rizzi, presidente della
commissione sanità e suo stretto collaboratore. Rizzi è stato
arrestato ieri dai carabinieri insieme ad altre 20 persone.
Secondo gli investigatori, il consigliere e vari amministratori
di Asl lombarde prendevano tangenti per assegnare gli appalti
dei servizi odontoiatrici alle società dell’imprenditrice Maria
Paola Canegrati. Per il gip gli indagati “strumentalizzavano le
idee della Lega” e spingevano i cittadini a rivolgersi ai
privati invece che al servizio sanitario pubblico. Pd e
Cinquestelle chiedono le dimissioni di Maroni.
—.

FAMIGLIA REGENI SMENTISCE STAMPA, GIULIO NON ERA UNA SPIA
COINQUILINI, NESSUNO PRIMA AVEVA FATTO DOMANDE SU DI LUI

Giulio Regeni non aveva nulla a che fare con “qualsiasi servizio
segreto, italiano o straniero”. Così la famiglia del ricercatore
italiano ucciso al Cairo ha smentito ieri indiscrezioni di
stampa. Affermare che Giulio fosse una spia, ha aggiunto la
famiglia, “significa offendere la memoria di un giovane
universitario che aveva fatto della ricerca sul campo una
legittima ambizione di studio e di vita”. Al Cairo intanto i
coinquilini della vittima, sentiti dagli investigatori egiziani
e italiani, hanno riferito che nei giorni precedenti la
scomparsa nessuno si era presentato nel palazzo per chiedere
informazioni su di lui.
—.

AUSTRIA, DA APRILE CONTROLLI ANTI-MIGRANTI A FRONTIERA ITALIA
VIENNA NON ESCLUDE DI COSTRUIRE “RECINZIONE” AL CONFINE

L’Austria ha annunciato ieri che da aprile ci saranno controlli
per limitare il flusso dei migranti sui 12 valichi con l’Italia,
fra i quali Tarvisio, Brennero e Resia. Ad annunciare la misura,
nell’aria da giorni, sono stati i ministri dell’Interno e della
Difesa. Gli accertamenti dovrebbero prendere il via ad aprile,
quando si prevede un nuovo picco dei flussi, e saranno
effettuati su treni, bus e auto. L’Austria non esclude la
possibilità di costruire “recinzioni”.
—.

EFFETTO SGRAVI SUL LAVORO, NEL 2015 765.000 POSTI IN PIU’.
RENZI, DICEVANO CHE JOBS ACT ERA PREVARICAZIONE…

Boom delle assunzioni a tempo indeterminato nel 2015 grazie agli
sgravi contributivi previsti dalla legge di Stabilità e, secondo
il Governo, anche alle misure contenute nel Jobs act. Nell’anno
– secondo il Rapporto sul precariato pubblicato ieri dall’Inps –
i nuovi contratti a tempo indeterminato attivati sono stati 2,44
milioni (comprese le trasformazioni di rapporti di lavoro
esistenti) a fronte di 1.684.911 cessazioni sempre di contratti
stabili, con un saldo positivo di oltre 764.000 unità. Il
premier Renzi ha commentato: “Per mesi ci hanno detto che il
Jobs Act era una prevaricazione, una violenza, un’imposizione.
Oggi scopriamo che nel 2015 grazie al Jobs Act ci sono stati
764.000 contratti a tempo indeterminato in più. Avanti tutta,
con coraggio e determinazione”.
—.

FRANCIA, SARKOZY INDAGATO PER FINANZIAMENTI ILLECITI
ACCUSA, IN CAMPAGNA 2012 10 MILIONI DI SPESE NON DICHIARATE

L’ex presidente della Repubblica francese, Nicolas Sarkozy, è da
ieri sera indagato per finanziamento illegale della sua campagna
elettorale nel 2012. La decisione dei magistrati è arrivata dopo
una giornata di interrogatori. L’ex presidente è accusato di
aver speso 13,5 milioni per la campagna (persa contro Hollande)
e averne dichiarati solo 3. Sarkozy, capo dell’opposizione di
destra dei Republicains, è in gara per le primarie contro Alain
Juppé, per la candidatura alle presidenziali 2017. L’inchiesta
rende ora più difficile la sua corsa.
—.

DA RICERCA ITALIANA CELLULE KILLER CONTRO LA LEUCEMIA.
STUDIO DEL SAN RAFFAELE. STAMPA GB, E’ UNA SVOLTA.

Globuli bianchi geneticamente modificati per combattere la
leucemia nel sangue. E’ la sperimentazione di un’equipe
dell’ospedale San Raffaele di Milano, guidata dalla ricercatrice
Chiara Bonini. La nuova tecnica ha dato risultati incoraggianti
sui pazienti e potrebbe costituire una pietra miliare nella
lotta ai tumori. Il lavoro dei ricercatori italiani è stato
presentato ad un congresso negli Stati Uniti ed ha guadagnato
articoli sui principali giornali britannici. (Fonte ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.