Mentoring Usa Italia Onlus: episodio Genovesi di Salerno, sconfitta per tutti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
scuola_genovesi_lite_polizia_1“Quanto accaduto l’altro giorno al Genovesi di Salerno è da considerarsi una sconfitta di tutti noi adulti e dell’intero sistema educativo”, a dirlo Sergio Cuomo, presidente di Mentoring Usa Italia Onlus, associazione che da anni è impegnata per ridurre la dispersione scolastica e promuove campagne contro il bullismo e la violenza a scuola. “Sinora – aggiunge – ho preferito non intervenire sulla vicenda, per evitare che potesse sembrare una strumentalizzazione ma, alla fine, ho deciso di esprimere la mia opinione per lanciare un segnale preciso a quanti sono impegnati quotidianamente negli istituti scolastici, nelle istituzioni oltre che nelle associazioni come la nostra. Tutti ci sentiamo, o dovremmo sentirci, sconfitti per quanto accaduto.

Una intera comunità è stata bocciata”. “Alla base di tutto c’è sicuramente una crisi di valori ma dobbiamo considerare entrambi i ragazzi coinvolti delle vittime, non c’è il colpevole e, per questo, andranno aiutati – aggiunge Cuomo che, tra l’altro, è stato rappresentante studentesco proprio all’istituto Genovesi di Salerno – Le modalità dell’accoltellamento, comunque, sono molto gravi e l’episodio si inserisce in un contesto generale di violenze tra le mura scolastiche. Poco conta se alla fine di una lite iniziata in una fase di autogestione. Episodi del genere si verificano ogni 36 ore ed i dati Istat ci dicono che il 50% dei ragazzi subisce violenza. Io rivolgerei una domanda alle agenzie educative ed a chi deve fare per alimentare l’educazione in questo paese dove c’è una profonda crisi educativa. Nonostante gli sforzi, negli anni si sono prodotte queste conseguenze e, rendiamocene conto, ce ne saranno altre. I ragazzi comunicano poco. Quando andiamo a cena, ad esempio, riflettiamo che non parlano tra di loro. E’ una crisi di valori, di relazioni e questo non porta da nessuna parte. La soluzione spetta agli adulti che dovrebbero avere la maturità per riflettere. Le responsabilità sono di tutti, dalla famiglia alle istituzioni alla politica che deve parlare di meno e fare di più. Un sostegno maggiore deve essere data ai genitori ed alle scuole. Una sola rivoluzione va fatta in questo paese, è quella educativa. Vanno educati in tutti i sensi, dalla carta a terra, ad alimentarsi bene, ad impegnarsi nel lavoro, allora avremo nelle prossime generazioni degli adulti consapevoli ed onesti”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.