Salernitana bella ma imprecisa: con il Crotone un inutile pareggio 1-1

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
salernitana-crotone_2016_23_esultanzaDoveva vincere e di certo l’avrebbe meritato: 10 palle gol nitide costruite ma concretizzata solo una (con Coda) contro due palle gol ospiti di cui una tramutata in rete da Stoian. E’ riassunta in questi numeri Salernitana Crotone con i granata che non riescono più a conquistare i tre punti nemmeno all’Arechi. La classifica continua a piangere anche se stavolta agli uomini di Menichini non è mancato l’impegno contro un avversario di tutto rispetto, anche se il Crotone visto a Salerno è parso la brutta copia della corazzata ammirata sino ad ora. Cercava dunque la grande impresa la Salernitana contro il Crotone (ore 12,30) allo stadio Arechi: i granata non possono fallire contro i calabresi anche per cancellare le contestazioni di metà settimana quando gli ultras hanno fatto irruzione in Curva. Stadio blindato per l’arrivo di circa 1000 tifosi provenienti dalla Calabria

In casa, i granata hanno il 20esimo rendimento sulle ventidue squadre della serie B. Appena 18 punti conquistati nell’impianto di via Allende frutto di cinque vittorie (nell’ordine Avellino,Ternana, Novara, Ascoli, Brescia), tre pareggi (Cesena,Perugia, Pescara) e quattro sconfitte (Spezia, Trapani, Pro Vercelli e Cagliari).  Troppo pochi 18 punti casalinghi per una squadra che deve rincorrere la salvezza.

Menichini ha deciso di affrontare il Crotone (sette vittorie di fila in trasferta) schierandosi con un prudente 4-4-2, cercando di colpirei pitagorici in contropiede. Oikonomidis preferito a Zito come quarto di sinistra a centrocampo e Bagadur scelto a Empereur in difesa.  Per il resto scenderà in campo la formazione provata e riprovata in settimana con Terracciano tra i pali, Ceccarelli e Franco esterni (la tentazione poteva essere l’impiego di Empereur a sinistra), Bernardini e Bagadur centrali. In mezzo al campo Gatto, Moro , Ojer ed Oikonomidis. In avanti Coda e Donnarumma.

Juric alla vigilia ha detto che non si fida dei granata e porta in Campania con sè tutti gli effettivi a disposizione. L’ex calciatore del Genoa ha sciolto ogni dubbio: Cremonesi al centro della difesa, Zampano sull’esterno e Stoian in avanti. Per il resto, confermato il solito 3-4-3 con Cordaz tra i pali e Balasa (Yao è infortunato) e Ferrari a completare il reparto, ovviamente insieme a Cremonesi. Capezzi e Barberis chiamati a far legna e gioco in mezzo al campo, con l’ottimo Martella a sinistra. In avanti il solito Budimir guiderà l’attacco, coadiuvato da Ricci e Stoian.

LA PARTITA. In una tiepida domenica primaverile e con mille crotonesi in curva nord Ghersini dà il fischio alle ostilità. Parte subito forte la Salernitana con Coda che serve un assist d’oro a centro area a Donnarumma che stacca bene ma prende il palo alla sinistra di Cordaz battuto, il tap-in successivo di Franco è fuori misura. Al 10’ ancora padroni di casa pericolosi: punizionedi Gatto che pennella al centro ancora per Donnarumma che tira su Cordaz in uscita che lo travolge facendosi male. Un minuto dopo ancora l’ex Teramo sciupa una facile occasione: sempre Coda dall’out sinistro serve al centro per Donnarumma che arriva in corsa e tutto solo spara incredibilmente alto. La formazione di Juric soffre molto la dinamicità dei campani nei primi minuti. Al quarto d’ora bella azione insistita di Gatto dalla destra che salta un paio di avversari ma tira addosso a Cordaz che poi si salva in due tempi. Dopo 20 minuti è ancora la Salernitana: questa volta da sinistra Oikonomidis lavora un buon pallone e si piazza la sfera sul destro: la sua botta è deviata in corner da Cordaz. I calabresi tentano la reazione ma la conclusione di Martella è deviata in corner da un attento Terracciano.

A sorpresa un minuto dopo i rossoblu vanno in vantaggio: cross con il contagiri da destra di Ricci per Stoian che sul vertice sinistro tocca chirurgicamente battendo Terracciano in diagonale. Salernitana che accusa il colpo rimurginando sulle tante occasione sprecate nei primi minuti. Anzi ora è il Crotone più in palla con Martella che offre un bel servizio a Budimir che non trova fortuna in area. Non riesce a trovare spazi interessanti la squadra di casa, al 38’ ci prova Ceccarelli con un incursione ma viene fermato. Il difensore nell’occasione protesta per un fallo della difesa ospite. Al 42’ il pareggio meritato dei granata bel cross di Gatto su punizione, spizzata di Oikonomidis che trova Coda pronto di testa e forse in sospetto fuorigioco che batte a rete con Cordaz che in spaccata tenta di evitare il gol ma non gli riesce. Esplode l’Arechi e ora partita tutta da giocare in una ripresa che si preannuncia infuocata.

SECONDO TEMPO

Ripresa che comincia subito con un cambio: Juric manda in campo Garcia per Balasa per coprire meglio la fase difensiva rossoblù apparsa alquanto impacciata nella prima frazione. Dopo cinque minuti ripartenza granata con il duo Donnarunna-Coda con quest’ultimo che egoisticamente conclude alto senza chiudere un interessante triangolo. Juric gioca la carta Palladino (ex indimenticato) al posto di uno spento Budimir. Al 10’ ci prova Odjer con una botta dalla distanza ma la conclusione è sottomisura. Risponde il Crotone con un azione insistita sulla destra e un pericoloso tiro di Zampano. Il gioco si intasa maggiormente a centrocampo e gli uomini di Menichini non hanno la stessa fluidità di manovra del primo tempo.

Al quarto d’ora ancora Donnarumma servito bene in area si gira ma trova il corpo di Cremonesi a salvare in angolo: dal corner dopo un azione insistita ci prova Moro con un pallonetto dai 35 metri ma Cordaz alza in angolo. Al 20’ tre azioni d’oro per i granata che non concretizzano: prima cross di Gatto per Coda che di testa batte a botta sicura ma Cordaz vola in corner, dopo 60 secondi lo stesso Gatto viene chiuso ancora da Cordaz mentre ancora un minuto dopo Donnarumma è chiuso in area da buona posizione.

Intanto Palladino in contropiede sciupa il più facile dei raddoppi. Menichini prova la carta Bus per Coda per dare maggiore fisicità e rapidità in attacco e rileva il dolorante Franco inserendo Empereur a sinistra. Nel Crotone Salzano al 32’ rileva Cremonesi. Al 33esimo accelerazione granata con Moro che verticalizza per Ceccarelli in area ma l’ex Bologna sbaglia l’ultimo passaggio verso il centro. Al 37’ Bagadur per crampi è costretto a lasciare il campo a favore di Trevisan.

Ultimi minuti con i granata in debito di ossigeno e ferma sulle gambe con Moro costretto a rimanere in campo nonostante i crampi. Nel finale Ricci innesca Palladino con Terracciano che lo abbatte in uscita beccandosi il rosso diretto. In porta per gli ultimi due minuti ci va Ceccarelli con il Crotone che può sfruttare una punizione dalla trequarti con Stoian che spara in curva. Finisce tra gli applausi per una Salernitana bella ma sfortunata e imprecisa.

SALERNITANA – CROTONE 1-1

SALERNITANA (4-4-2): Terracciano; Ceccarelli, Bernardini, Bagadur (84’ Trevisan), Franco (71’ Empereur); Gatto, Odjer, Moro,  Oikonomidis; Coda (69’ Bus), Donnarumma. A disposizione: Strakosha, Pollace, Pestrin, Tounkara, Bovo, Zito. All. Menichini

CROTONE (3-4-3): Cordaz; Balasa (46’ Garcia Tena), Cremonesi (78’ Salzano), Ferrari; Zampano, Capezzi, Barberis, Martella; Ricci, Budimir (50’ Palladino), Stoian. A disposizione: Festa, Di Roberto, De Giorgio, Torromino, Modesto, Sabbione. All. Juric

ARBITRO: Ghersini di Genova (Soricaro di Barletta e D’Apice di Palermo. IV Uomo Pasqua di Tivoli)

MARCATORI: 21’ Stoian (C), 42’ Coda (S)

NOTE: Spettatori presenti 10691 (quota abbonati 5418),1000 dei quali provenienti da Crotone. Incasso non comunicato. Ammoniti:  Ceccarelli (S), Stoian (C). Espulso al 93’ Terracciano (S) per fallo da ultimo uomo. Calci d’angolo 7-3 per la Salernitana (2-3 pt ). Recupero  3’pt, 6’ st

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Ho visto una Salernitana viva e sono fiducioso, se giochiamo così ogni domenica possiamo salvarci… Dobbiamo fare punti con le dirette concorrenti

  2. è facile dire inutile pareggio la Salernitana ha giocato con grinta contro la seconda forza del campionato non ha vinto x un super portiere del crotone giocando con grinta ci salviamo

  3. Questa prestazione superba, la prima in assoluta vista quest’anno, ha mostrato,ripeto, per la prima volta schemi di gioco, organizzazione, ma soprattutto condizione atletca, a dimostrazione lampante degli errori (ed orrori) tecnici commessi dalla società, Fabiani in prima linea. Ha dimostrato anche l’assoluta inettitudine ed incapacità di Torrente. Forse il più incapace allenatore visto a Salerno. E’ stato commesso un delitto tecnico da Fabiani e Lotito tenedolo sulla panchina fino a compromettere un intero campionato.

  4. L’altro delitto, riprendendo il commento precedente, l’ha commesso Menichini togliendo Coda per un inutile, inutile Bus.

  5. Ma pensa a quella cacca di squadra che hai, avete acchiappato le mazzate pure dagli aversani e parli ancora?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.