Salerno: l’anziano morto alle Fornelle è stato ucciso dal fidanzato della figlia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
carabinieri_fornelle_7Alle ore 19.40 di ieri 20 febbraio, a Salerno Piazza D’Aiello,Tura De MarcoDaniela (cl. 92) ha allertato il 112 perché, pur essendoci la luce accesa in casa, il padre Tura De Marco Eugenio (cl. 56) non rispondeva né al citofono né ai diversi messaggi su whatsapp. Sul posto interveniva una pattuglia della Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Salerno, che constatava la veridicità dei fatti spiegati dalla ragazza. Mentre i militari tentavano di forzare la porta di ingresso per accedere all’appartamento, la giovane, salendo su una grata presente sotto una finestra dell’abitazione, rompeva il vetro, entrava in casa e apriva la porta ai militari.

carabinieri_fornelle_5Entrati nell’alloggio, i Carabinieri rinvenivano l’uomo riverso, privo di vita, nei pressi della porta di ingresso del soggiorno.

Sul posto, pertanto, giungeva personale del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale, la Sezione Investigazioni Scientifiche dello stesso reparto e il PM di turno presso la Procura di Salerno. Il sopralluogo, curato dalla citata Sezione Investigazioni Scientifiche del Nucleo Investigativo, consentiva di contestualizzare ed analizzare l’ambiente della casa; il poco sangue presente vicino al cadavere faceva dapprima ipotizzare la compatibilità del decesso con un malore improvviso e una conseguente caduta, in cui l’uomo avrebbe potuto battere il capo sullo stipite della porta del soggiorno.

carabinieri_fornelle_6Giunto sul posto anche il medico legale, veniva svolta sul posto l’ispezione esterna dell’uomo, nel corso della quale sono state rilevate due profonde ferite da taglio, al torace e sul dorso, con significativi versamenti ematici di cui erano intrisi gli abiti indossati dallo stesso.

A seguito dell’evidenza, che non lasciava dubbi sul l’evento delittuoso, le investigazioni, condotte congiuntamente da Nucleo Investigativo, dal Nor della Compagnia di Salerno e dalla Stazione di Salerno-Principale, coordinate sul posto dal Pubblico Ministero, consentivano in breve di stringere il cerchio sul responsabile.

Da subito dopo la scoperta del motivo del decesso infatti, il fidanzato della figlia della vittima aveva accusato un improvviso malore, che lo aveva costretto a ricorrere alle cure sanitarie presso il locale pronto soccorso.

carabinieri_fornelle_3Escusso come persona informata sui fatti, lo stesso ha fornito una versione della propria presenza durante la giornata presso la casa della vittima che, date le circostanze di tempo e altri riscontri raccolti dagli inquirenti, è subito apparsa non convincente; sui suoi abiti, inoltre, sono state rilevate evidenti tracce ematiche, compatibili con l’azione delittuosa e gli stessi sono stati pertanto sottoposti a sequestro.

Risultando significativi elementi di reità a suo carico, il giovane (Gentile Luca, cl. 94) è stato sottoposto nelle prime ore della mattinata odierna a fermo di indiziato di delitto emesso nella stessa nottata dal PM, perché ritenuto responsabile di omicidio volontario.

A seguito dell’avvenuto fermo, il giovane ha reso piena confessione, confermando la ricostruzione dei fatti secondo la quale il giovane si era recato presso l’abitazione della vittima e, al termine del l’ennesima discussione, lo aveva colpito mortalmente al torace e alla schiena con due fendenti. Il fermato specificava anche che l’omicidio era maturato per motivi dovuti a forti contrasti personali e caratteriali sorti da tempo con la vittima.

Dopo le formalità di rito, Luca Gentile è stato associato alla casa circondariale di Salerno, a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Intanto nel pomeriggio di oggi, personale del nucleo investigativo Carabinieri di Salerno e della sezione investigazioni scientifiche, unitamente al magistrato, si recheranno sul luogo dell’omicidio al fine di verificare elementi emersi nel corso degli interrogatori della scorsa notte

COMUNICATO UFFICIALE CARABINIERI SALERNO

VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. se vuoi fare il politico, candidati a sindaco e chiedi il voto. Ma non rompere i cojoni al prossimo con la storiella della sicurezza. Salerno non è meno sicura del resto d’Italia. E ha le stesse difficoltà economiche di tutta l’Italia. Non ti piace? Espatria. Sarà un’assenza piacevole….

  2. in tre giorni due rapine sventate e autori arrestati+un assassino preso+un tentato omicida arrestato…questi sono numeri non sono chiacchiere. Se poi uno vuole fare politica contro, benvenuto…alibi per andare contro non ne mancheranno mai. Mi ricordo di quei fattarielli che si traducevano a scuola dal latino…il padre, il figlio e il somaro…saliva il padre e la gente criticava, saliva il figlio e criticava, salivano entrambi e criticava, andavano a piedi e li deridevano….morale: c’erano sempre dei rottindietro che si lamentavano e abbaiavano alla luna…!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.