Incontro in Prefettura a Salerno su ordine pubblico e sicurezza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
ordine-pubblico-e-sicurezzaUna strategia comune tra le forze dell’ordine per trovare le giuste contromisure dopo il susseguirsi degli episodi di cronaca a Salerno. È quella che vuole trovare il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato d’urgenza in Prefettura. La concentrazione di fatti criminali nell’ultimo fine settimana ha imposto una riflessione che sarà seguita dall’azione. Le forze dell’ordine vogliono dare risposte concrete ai cittadini che iniziano ad avere paura quando, nel giro di poche ore, si verificano due tentate rapine, una nella zona orientale, l’altra in centro, più la rapina alle Poste di Ogliara.

Senza dimenticare l’omicidio al rione Fornelle.  All’incontro hanno preso parte Elvira Cantarella comandante Polizia municipale, Vincenzo Marotta dirigente comune di Salerno, Alfredo Anzalone, Questore di Salerno, Riccardo Piermarini Comandante provinciale carabinieri, Antonio Pellegrino Mazzarotti comandante provinciale Guardia di Finanza, Sandra di Domenico, vice questore aggiunto Guardia Forestale, il Vice prefetto Giuseppe Forlenza, assessore mobilità Mimmo De Maio, Prefetto di Salerno Salvatore Malfi, sindaco di Salerno Vincenzo Napoli

“Salerno non è un far west. Capiamo bene, però, che tutto quello che si sta verificando in questi giorni sta causando un allarme e una tensione sociale tra le persone. Avevamo già rafforzato le misure, ma oggi abbiamo deciso, assieme al sindaco, di fare una serie di iniziative congiunte anche con la polizia municipale”.

A dirlo  il prefetto Salvatore Malfi a conclusione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato d’urgenza questo pomeriggio in Prefettura, a Salerno. “Vogliamo – ha detto il prefetto – non solo rafforzare la sicurezza reale ma anche quella percepita perché anche quello è un valore. Sentirsi sicuri è importante, come essere concretamente sicuri. Lavoreremo affinché questi picchi criminali scompaiano il prima possibile. Ma Salerno è una delle città più sicure del territorio, siamo addirittura sotto la media nazionale. Ai salernitani dico comunque di rivolgersi sempre alle forze di polizia, solo così si rimane veramente sicuri”.

Per il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, “un supplemento di attenzione non guasta mai. Incrementeremo una serie di servizi cercando di fare anche luce sulle zone grigie che ci sono in città. Allo stato attuale non saprei se possa venire qui l’esercito. La presenza dell’esercito, comunque, è una presenza tranquillizzante, più psicologica che operativa”. Il questore di Salerno, Alfredo Anzalone, ha detto che “ci saranno più uomini in strada, sia in divisa che in borghese”.

VIDEO 

INTERVISTA PREFETTO MALFI

INTERVISTA QUESTORE DI SALERNO

INTERVISTA SINDACO NAPOLI

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.