Bimbo muore in buca ,famiglia chiede 2 milioni di euro. Il sindaco si dimette

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
tribunale_processo_salerno_carabinieriIl sindaco di Offagna (Ancona) Stefano Gatto, eletto con una lista civica, si è dimesso oggi dopo 7 anni trascorsi alla guida della cittadina (2 mila abitanti) per un caso finito all’attenzione delle cronache nazionali: l’impossibilità per l’amministrazione di far fronte ad un maxi risarcimento da 2,4 milioni di euro chiesto dalla famiglia di un bambino di 7 anni, Amos Guzzini, morto nel 1997 dopo essere caduto in uno strapiombo non segnalato.

La famiglia di Amos non ha accettato una proposta di transazione, un risarcimento da 900 mila euro in più tranche, e la causa in sede civile si dovrebbe chiudere a maggio. Il Comune rischia il default, e Gatto ha preferito lasciare il governo di Offagna nelle mani di un commissario prefettizio, rassegnando le dimissioni con tre anni di anticipo sulla scadenza del suo mandato.

Il sindaco ha detto più volte di aver tentato ”ogni possibile mediazione”, ma senza successo, convinto fra l’altro che la famiglia di Amos ”non vedrà mai quella somma tutta intera”. A suo avviso neppure il rappresentante del Governo riuscirà a recuperare 2 milioni (una somma quasi doppia rispetto al bilancio comunale). Con Gatto solidarizza il presidente dell’Anci Marche Maurizio Mangialardi, sindaco di Senigallia.

“La situazione di noi sindaci è molto precaria – afferma -, e quanto è accaduto al sindaco di Offagna, costretto a dimettersi per colpe non sue, poteva succedere a chiunque. Per altro tali dimissioni non serviranno a risolvere la situazione debitoria nei confronti della famiglia del piccolo Amos Guzzini. perché il commissario nulla potrà”.

Fonte ANSA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.