Il nuovo libro di Ignazio Visco: perché i tempi stanno cambiando di Angelo Giubileo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
angelo_giubileo_2Il giudizio del Governatore sulle più recenti vicende prende le mosse dai fatti del 1989. Nel suo ultimo libro, Perché i tempi stanno cambiando, è detto che “in assenza di un’unione politicail rapporto Delors (1989) sull’Unione economica e monetaria riteneva che i mercati finanziari non potessero non potessero da soli fornire i giusti incentivi alla conduzione di politiche di bilancio prudenti. Si faceva però affidamento sulla spinta del mercato unico per la convergenza economica tra i paesi membri dell’area”.

Nell’ambito dei mercati globali, è tuttavia accaduto che il peso della finanza internazionale si sia in genere rivelato eccessivo in ordine alle diverse economie dei singoli stati nazionali. Gli operatori di mercato, vecchi e nuovi, “negli ultimi due decenni(hanno agevolato) un sistema in cui i prestiti concessi venivano rapidamente trasformati in altri prodotti finanziari garantiti da quegli stessi prestiti, e quindi ceduti sul mercato: il cosiddetto modello originate-to-distribute (OTD) … Nel modello OTD il rischio di credito non è concentrato nei bilanci delle banche, ma è ridistribuito su una moltitudine di investitori”.

I controlli delle diverse authority, e in definitiva dei singoli stati nazionali, si sono quindi rivelati poco validi e in molti casi inefficaci; così che la questione prioritaria è divenuta quella di garantire l’integrità e in prospettiva la sostenibilità dei diversi sistemi finanziari nazionali.

A tale proposito, Visco sottolinea la validità dell’azione di governance europea svolta finora – in quanto “la politica monetaria unica è in grado di garantire la stabilità solo se i fondamentali economici e l’architettura istituzionale dell’area sono con essa coerenti” – a fronte della recessione mondiale e delle crisi di debito sovrano dei paesi cosiddetti PIIGS (Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia e Spagna) e infine di Cipro. In particolare, egli evidenzia come siano state predisposte “nuove modalità di intervento sul mercato secondario dei titoli di Stato (Outrigt Monetary Transaction, OMT)” al fine prioritario di “preservare la trasmissione della politica monetaria nell’area dell’euro”.

Angelo Giubileo  (Quarta parte – continua)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.