La sfortuna fa 48…alla Salernitana ora serve una media da play off

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Salernitana_Entella_16_gruppo_delusioneDa ieri sera la sfortuna non fa più 17 ma 48, come il minuto della ripresa nel quale Iacoponi ha scippato la vittoria alla Salernitana. Che ormai sembrava cosa fatta grazie proprio al gol del numero 17 granata Bus. 48 come il morto che parla ma la speranza dei tifosi è che la Salernitana sia ancora viva e che abbia la forza di tentare una disperata rincorsa verso la salvezza. Che poi parlare solo di sfortuna è riduttivo perché, in una partita di fondamentale importanza e da vincere ad ogni costo, in vantaggio di un gol e di un uomo, non si può lasciare al 48° della ripresa in pieno recupero un avversario libero di colpire di testa a due metri dalla porta. Un errore, scaturito da una punizione regalata sulla trequarti, grave e anche inaccettabile.

Ma purtroppo i tifosi granata sono ormai abituati quest’anno a distrazioni pagate a caro prezzo e alle tante occasioni sprecate sotto porta. Qualcosa è migliorato con Menichini nelle prestazioni ma la Salernitana mantiene i difetti di sempre. Ormai questi sembrano difficili da eliminare. Ci si può lavorare ancora su ma soprattutto si deve imparare a convivere con loro nel modo migliore. “La minestra è questa”. Siccome di buttarsi dalla finestra i tifosi non ne hanno proprio voglia, bisogna ingoiare ancora bocconi amari e lottare fino a quando l’aritmetica lo consente. I numeri sono sempre negativi ma tutto sommato lasciano aperto uno spiraglio. Meno tre punti dai playout, meno cinque dalla salvezza diretta.

Non è cambiato niente nelle distanze ma è passata una giornata in più e la strada verso il traguardo si fa sempre più stretta. Ora c’è il Cesena, altro avversario in corsa per i playoff. Ma la Salernitana non può fare più calcoli, deve fare risultato con tutti. Si gioca lunedì sera, rispetto alle altre ci saranno due giorni in più di recupero dopo il turno infrasettimanale. L’ultimo monday night fu la sconfitta di La Spezia che portò all’esonero di Torrente. Guardare indietro serve però a poco. Da ora in avanti la Salernitana dovrà essere capace di alzare la media punti. Altrimenti la salvezza resterà sempre lontana.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.