Scontri con la Polizia ad Aversa Normanna: Daspo per 68 ultras della Cavese

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
incidenti_ultras_scontri_polizia_celleriniSono state avviate dalla questura di Caserta le procedura per un maxi Daspo nei confronti di ben 69 tifosi metelliani che si sono resi protagonisti di violenti scontri con la Polizia prima dell’incontro tra l’Aversa Normanna e la Cavese del 21 febbraio scorso all’esterno dello stadio “Bisceglie”. Il Questore ha imposto il divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive – DASPO per i facinorosi che pochi minuti prima del fischio d’inizio dell’incontro, avevano raggiunto in massa i varchi di accesso all’impianto al fine di eludere le operazioni di filtraggio. Dopo aver coperto i volti, alcuni di questi – come si legge sul sito Casertace.net e riportato anche da Metropolisweb – sono giunti a contatto con lo schieramento delle forze dell’ordine in assetto di sbarramento, colpendo con bastoni gli scudi degli uomini in divisa lanciando contro di questi ultimi oggetti contundenti.

Dopo l’intervento di carica comandato dal Dirigente dei servizi di ordine pubblico, il gruppo si dileguava celato tra gli altri tifosi e raggiungeva gli spalti. Al termine della partita, concluso il deflusso, vennero intraprese le operazioni che portavano all’identificazione dei soggetti ritenuti coinvolti nei disordini. In relazione agli scontri, gli uomini del Commissariato di Polizia di Aversa, che già avevano arrestato in flagranza un 42enne di Cava dei Tirreni, hanno proceduto a deferire all’Autorità giudiziaria 69 persone coinvolte, indagate a vario titolo per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale, detenzione e porto abusivo di oggetti atti ad offendere ed artifizi pirotecnici in occasione di manifestazioni sportive.

Per 21 ultras, ritenuti promotori delle turbative verificatesi in occasione dell’incontro, il DASPO è stato stabilito con la durata di 5 anni. Tra di loro, 5 ultras sono risultati già destinatari in passato dello stesso provvedimento di divieto. Nei riguardi dei restanti 47 ultras il provvedimento è stato adottato per la durata di 3 anni. Tra tutti i destinatari del divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive 23 sono persone già note alle forze dell’ordine per precedenti di polizia.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.