Scomparsa del corpo di Polizia Provinciale, l’allarme della Cisl FP

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
15
Stampa
polizia_provinciale_salernoLa Prefettura di Salerno convoca per il 15 marzo 2016 le parti sociali che rappresentano la Polizia Provinciale di Salerno, a seguito del proclamato stato di agitazione, per l’inesorabile scomparsa dei servizi.

Il segretario Provinciale Vincenzo Della Rocca dichiara che siamo giunti a porre la parola fine sulla vigilanza dei reati ambientali, e dobbiamo ringraziare solo alcuni dei parlamentari salernitani, che avendo ricevuto il forte grido di allarme, lanciato dalle organizzazione sindacali, almeno hanno tentato di mantenere i servizi sull’intero territorio della nostra terra provinciale, definitivamente concluso con un nulla di fatto a seguito della soppressione dell’emendamento proposto in Regione Campania che prevedeva il mantenimento di tutti i servizi.

Sono ben conosciute ai nostri parlamentari di riferimento, al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e della Provincia di Salerno Giuseppe Canfora, le conseguenze pratiche dovute alla materiale scomparsa del Corpo di Polizia Provinciale.   La parola fine di condanna di morte è stata sentenziata il 20 giugno dello scorso anno, con la promulgazione del D.L. 19.6.2015 n. 78 “Disposizioni urgenti in materia di Enti Locali”, ove l’art. 5 di fatto procede alla soppressione del ruolo ma soprattutto vede la soppressione non del Corpo di Polizia Provinciale, ma di tutte le professionalità prevedendo il ricollocamento del personale nei Comuni con mansioni diverse.

Altre Regioni, che non si sono sottratte al confronto e non hanno bruciato il poco tempo a disposizione dettato dalla Legge Delrio  (Basilicata, Emilia Romagna, Marche, Lazio, Piemonte, Veneto), il Dipartimento della Funzione Pubblica in applicazione dell’articolo 1, comma 234 della legge n. 208 in una nota trasmessa all’ANCI del 29/02 u. s., ha preso atto che non vi è personale della Polizia provinciale in soprannumero da ricollocare ed ha ripristinato le ordinarie facoltà di assunzione di Polizia municipale previste dalla normativa vigente, riferite alle annualità 2015 e 2016.

Per la specializzazione delle sue funzioni, la Polizia Provinciale ha sempre svolto un ruolo di fondamentale interesse per la collettività, referente primaria e in taluni casi unica per ciò che riguarda il campo ambientale, ecologico, ittico e venatorio, in materia di salvaguardia del suolo, delle acque e del paesaggio per il diverso ambito territoriale.

Ormai il nostro legislatore ci ha abituato alla loro schizofrenica promulgazione di norme, a cui vorremmo chiedere solo alcune domande, anche alla luce dell’ormai scomparsa del “Corpo Forestale dello Stato”, chi provvederà ad esercitare la vigilanza per la tutela del territorio e dell’ambiente? Chi tutelerà la fauna dai bracconieri, Chi opererà la vigilanza sulle strade provinciali? Chi vigilerà sui dissesti idrogeologici?

Nell’ambito delle funzioni della attività venatoria, che riteniamo sarà la prima a subire le conseguenze dell’abolizione della Polizia Provinciale, non sarà più assicurato la vigilanza per il contrasto al bracconaggio e sulla caccia, dando così campo libero ai bracconieri per perpetrare i loro abusi, che aumenteranno in maniera esponenziale. Analogo destino sarà segnato per i controlli nelle oasi faunistiche ed aree protette, che saranno anch’esse sottoposte a continue razzie con rischio per la flora e fauna protette di forte rischio di estinzione.

La prevista ricollocazione negli organici dei Comuni nel personale della Polizie Municipali, che sono oberati in un più ampio concetto di sicurezza urbana, disponendo di risorse finanziarie ed umane sempre limitate, sarà ovvio che verranno privilegiate attività più propriamente legate al contesto urbano e meno specialistiche in un contesto territoriale limitato.

Ci rivolgiamo, per l’ennesima volta alla Regione Campania e al ruolo dell’Ente Provincia di Salerno, affinché si facciano carico dell’emergenza nella maniera opportuna, al fine di non trasformare in demagogia ed inutilità l’inasprimento delle pene voluto da questo Governo per punire gli Ecoreati, dal momento che non ci sarà più nessuno a vigilare e ad assicurare il rispetto della legge.   La collettività si troverà, quindi, totalmente orfana di funzioni di tutela del territorio e di vigilanza.

Segretario Provinciale Vincenzo Della Rocca Cisl Fp

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

15 COMMENTI

  1. Finalmente
    era stato questo corpo di polizia x i reati ambientali sopratutto in provincia,ma stavano spesso appostate le pattuglie in centro città e zone limitrofe pronti a fare multe sopratutto x infrazione al codice della strada e simili,mio figlio ne ha avuto 2 multe x la cintura di sicurezza da 80€ e dopo 2 anni sono state portate da equitala tutte e 2 a 980,00€ gli strozzini sono dei signori a loro pari
    quindi questo corpo di polizia istituito cosi serviva solo a fare cassa x pagarsi i loro stipendi

  2. Ma questi del Corpo di Polizia Provinciale con quale concorso sono stati assunti????….

  3. Viene rimosso l’ennesimo inutile doppione creato solo per portare voti ai mafio-politici di turno. Mi domando se e quando verrà data una sfoltita anche al “real corpo di bimbominchia vigili urbani di Salerno”.

  4. Devono fare quello che facevano prima come volontariato, cioe’i guardiacaccia. Altro che pensare di integrarli veni vari corpi di polizia.

  5. Per Enzo.. Quindi tuo figlio non mette la cintura e la colpa è della Provinciale, non paga la multa e quindi arriva la Cartella di Equitalia, e la colpa è sempre della Provinciale! Se il ragazzo avesse avuto una buona educazione avrebbe messo la cintura e non sarebbe arrivata nessuna cartella a seguito di mancato pagamento della multa.
    Per 1962…. Che forse non ha un lavoro stabile e invidioso, il concorso è stato fatto e fu pubblicato regolarmente!!!!! Tanto è vero che ci furono quasi 3000 partecipanti.
    Noto tanta invidia e tanta disinformazione, accusare un corpo di non dover esistere quando poi sono sempre ligi al loro dovere questi ragazzi che rischiano tutti i giorni sulle strade nostrane.
    Per Emilito….. I guardiacaccia non lo facevano il volontariato, venivano regolarmente pagati e contrattualizzati!
    Ahhhhh beata ignoranza!!!!!!
    Per Nessuno…… Menomale che ci sono persone utili come te!!! Grazie!
    Per pippoerpelo….. Non per altro che per il contenuto e per il nome ridicolo per quanto fittizio, non meriti risposta!

  6. X ULTRAS75
    Per tua sfortuna non sono un disoccupato, tu forse fai parte del corpo vista la tua difesa, poi vedo che sei ben informato su tutto..

  7. Per 1962…..
    Per niente, io faccio tutt’altro! Ma odio i piagnistei e le critiche!!!! Si parla tanto di occupazione e ora devono tagliare posti di lavoro???
    In modo molto civile, come il nostro discorso, ti dico che prima di fare determinate osservazioni bisogna prima informarsi! Il concorso è stato fatto con tanto di bando e di pubblicazione ed addirittura articolo sul giornale. Non bisogna infangare chi cerca di dare il proprio contributo svegliandosi la mattina e rischia nelle espletazioni delle proprie funzioni.

  8. 60 Unita’ dico 60 ….a che servono? L’arroganza con cui si pongono quando ti fermano con il veicolo….padreterni scesi in terra…controllano cosa? Si appostavano senza segnalare almeno 400 metri prima…stavano solo fissi alla rotonda della Aversana e posto fisso al Bar l’Incontro….stavo transitando per Eboli subito dopo la rotonda direzione Capaccio…un****** UNA ALFA 156 POLIZIA PROVINCIALE sfreccia a tutto Gas superando tutti,ma dove corri da solo ****? E’ questi sono quelli che dovrebbero regolamenre il traffico? ULTRAS 75 TU E GLI ALTRI 59 RACCOMANDATI POLITICI ANDATE A LAVORARE!!!!!

  9. Per ultrà 75. Sempre guardiacaccia erano anche se a pagamento.E non basta solo un presunto concorso per acquisire professionalita’ nella forze dell’ordine , beata ignoranza , probabilmente tu hai a che fare con loro. Questo e’il risultato.AUGURI.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.