Greenopoli: la cultura della ‘differenziata’ nelle scuole salernitane

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
GreeopoliProsegue con successo l’iniziativa “Dai rifiuti ai materiali da raccolta differenziata”, presentata lo scorso febbraio dall’ingegnere Sara Petrone presso la sede dell’Associazione Portarotese, e che intende promuovere anche per la città di Salerno l’adozione del metodo Greenopoli ideato dal professor Giovanni De Feo. Nelle scorse settimane Sara Petrone, responsabile ambientale dell’associazione, ed il professor Giovanni De Feo, docente di ecologia industriale e procedure di valutazione ambientale presso l’Università degli Studi di Salerno, hanno cominciato il loro giro di educazione all’ambiente nei confronti delle giovani generazioni: gli studenti della scuola media Calcedonia sono stati intrattenuti per la prima volta il tema “I rifiuti non esistono”, concetto cardine della campagna di sensibilizzazione sociale che già da tempo vede coinvolte le scuole della Campania con lo scopo di affidare ai più giovani quel cambiamento radicale di cui la società ha ormai sempre più bisogno nell’ottica della sostenibilità e della crescita comune.

Il professor De Feo, accompagnato dall’ingegnere Petrone, ha parlato con un linguaggio facile e coinvolgente prima ai ragazzi della scuola media della sede centrale dell’Istituto Calcedonia in due incontri consecutivi e poi si è recato nella sede distaccata -“De Filippis”- della stessa scuola, in via S. Domenico Savio e presso i locali concessi per l’occasione dall’Istituto salesiano, per incontrare anche lì i ragazzi delle scuole medie. Gli allievi e i docenti hanno vissuto con grande interesse questo momento di condivisione, accomunati dalla stessa sensibilità ambientale.

L’obiettivo è stato quello di diffondere nelle generazioni future un nuovo approccio nei confronti di quelli che comunemente definiamo “rifiuti” ma che andrebbero guardati in un ottica di risorsa e di opportunità per tutti in particolar modo per i giovani. Gli incontri però non finiranno qui: nella mattinata di mercoledì 16 e di sabato 19 marzo toccherà ancora ai ragazzi della scuola primaria della sede centrale dell’istituto Calcedonia e del plesso di S. Demetrio mentre sabato 26 saranno coinvolti i ragazzi più adulti del Liceo Scientifico De Sanctis di Salerno.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.