La storia di Angela Bianco che ha sfidato il tumore e la malasanità

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Angela_Bianco“Quando la volontà di Dio riesce a battere anche la scienza”. Si potrebbe racchiudere così o semplicemnte nella parola “miracolo” la storia della salernitana Angela Bianco, ora 29enne che ha vissuto per 3 anni un lungo calvario dopo che gli era stato riscontrato un tumore maligno al cervello. La donna nel 2013 era in stato di attesa ed aveva tentato la strada del «cyberknife», il robot anti-cancro che avrebbe salvato la la vita della bimba che portava in grembo. Una tecnica innovativa, unica alternativa all’interruzione volontaria della gravidanza.

Chiese alla Regione Puglia di autorizzare l’utilizzo dell’apparecchiatura di radiochirurgia cerebrale, unico trattamento sanitario che non danneggerebbe il feto e presente nell’unica struttura del Sud. Ma la lungaggine burocratica portò a passare il tempo a non avere mai quell’autorizzazione. Da qui la decisione di andare ad Atene ed eseguire l’operazione in una clinica privata. L’intervento riesce perfettamente ed oggi Angela vive a Casalvelino, nel Cilento con il marito e la piccola Francesca Pio che gioca serenamente accanto ai suo genitori.

«Sto facendo la mamma, come volevo dopo una lunga battaglia – queste le parole della donna e riportate dal quotidiano on line de IlMattino Subito dopo il parto, tre mesi dopo, ho iniziato un ciclo di chemioterapia non invasivo. Ma a me non interessava più nulla, tranne la gioia di vedere che mia figlia era nata». Alla fine, quando Angela rende i conti della sua drammatica esperienza scopre che quello che di meglio e di più vero rimane della sua scelta di non abortire è il volto di Francesca Pio. «Mi è toccato, sinceramente, sommessamente – dice Angela – di aver assecondato un disegno che nella storia non si rivela compiutamente. Vorrò raccontare tutto a Papa Francesco, se ci riesco».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Da noi invece pensano di raddoppiare le strutture in cardiochirurgia. .così avremo un aggravio di spese …e nulla più

  2. Gioisco con la Sig.ra Angela e non posso che constatare ancora una volta che viviamo in un paese disastroso e disastrato.
    E se la Sig.ra Angela non avesse avuto le possilita’ economiche che sarebbe successo ?
    E i ns/politici invece passeggiano tranquillamente a Montecitorio in attesa di Striscia che li intervista e stanno piu’ tempo in TV che al “lavoro”.
    Ragazzi, svegliatevi, io sono prossimo alla pensione ma sempre al Vs/fianco per cacciare questi parassiti.

  3. Per Massimo :
    se non lo capisci è un problema tuo.
    Io so che c’entra, e c’entra veramente.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.