Rassegna stampa: i giornali salernitani in edicola giovedì 10 marzo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
giornali_rassegnaEcco i titoli delle prime pagine sui giornali La Città, Metropolis, Mattino e Le Cronache. Rassegna stampa a cura di Salernonotizie

 

 

 

FOTO_SINGOLA_CITTA

 

 

Sul quotidiano LA CITTA’ il titolo di apertura è:

Bandi perle spese della cultura. Sì anche all’albo delle associazioni. E dalla Regione 3 milioni al Verdi.

Di lato: La politica. Primarie, no al ricorso di Bassolino. Liste deluchiane a Salerno il selezionatore sarà Piero (di Carlo Pecoraro).

Sempre di lato: POPOLI IN FUGA NEL MEDIOEVO DELL’EUROPA (di Gigi Riva).

Ed ancora: CAOS LIBIA PRUDENZA OBBLIGATORIA (di Renzo Guolo).

La foto notizia: “Focaccia”, l’istituto che guarda al futuro.

A centro pagina: Il cimitero cade a pezzi. Crolli di lastre dai loculi, chiusa un’area. L’ira dei visitatori.

Di spalla: La scomparsa. Addio a Matteo il signore dei gelati salernitani.

E poi: Cava de’ Tirreni. Inquilini morosi. Dal Comune parte raffica di diffide.

I box in alto: Il processo. Il Pg in Cassazione: «Annullare la sentenza sull’Angellara home».

Ed ancora: Lavoro e salute. La Regione fa ripartire la Fonderia.

Taglio basso: A Pertosa. Nasce il primo museo della Terra (di Davide Speranza).

Sempre in basso: Teatro. A Salerno torna la Scuola di Orlando.

FOTO_SINGOLA_METROPOLIS

 

 

Sul quotidiano METROPOLIS la notizia di apertura è:

Loreto jr si pente: alla Dda la verità su clan e politica. Scafati, il 29enne Alfonso diventa collaboratore di giustizia e spiega il sistema illecito.

Ed ancora: Picchiato in casa dal branco. Terrore nella notte in pieno centro a Salerno: 40enne pestato selvaggiamente al Carmine. La lite sfociata nel sangue ha creato allarme tra i residenti, ora è caccia a tre uomini in fuga.

A centro pagina: Salerno. Consorzio farmaceutico, indagini sui vertici. Verifiche sui dirigenti dopo il caso degli impiegati infedeli: si ipotizza l’omessa vigilanza.

Sempre a centro pagina: Salerno / Eboli. Diplomi con il trucco: coinvolto carabiniere.

E poi: Scafati. Commissione d’accesso. Aliberti: “Sono sereno”.

Taglio basso: Cava. Case e proprietà comunali. Stanati evasori e abusivi.

E poi: Pagani. Paziente morì in ospedale. Medico verso il processo.

A fondo pagina: Lo sport di Metropolis. Menichini cambia: Salernitana d’assalto nella sfida salvezza.

Ed ancora: Serie D. Cavese. Daspo ad Aversa, gli ultras si difendono.

E poi: L’evento. Universiadi del 2019: scelte Scafati e Pagani.

FOTO_SINGOLA_MATTINO

 

 

Sul quotidiano IL MATTINO in prima pagina troviamo:

Il paradosso del Da Procida. Tagli ai reparti e al personale: un terzo dei posti letto resta inutilizzato. Polo riabilitativo nel guado, i sindacati in rivolta: «Così rischio flop».

Di spalla: La sanità. Procreazione assistita sprint al Ruggi.

A centro pagina: Emergenza parcheggi rivoluzione tra i vicoli. Cambia la mappa del centro storico. Maxi area da 519 posti
via libera dal Comune anche senza le luci.

Ed ancora: La sicurezza. Raid punitivo picchiato nel letto di casa.

La foto notizia: Riaprono le Fonderie Pisano test con le macchine accese.

Di lato: Famiglia & diritti Digos al convegno. Ed è lite sul mancato patrocinio. Sabato la manifestazione con Adinolfi.

Sempre di lato: La cultura. Pioggia di soldi dalla Regione 6 milioni a Giffoni, 3 al Verdi.

Sempre di spalla: La solidarietà. L’arte per la mensa dei poveri

Taglio basso: Riflessioni. L’ultimo muro invisibile della nostra coscienza.

I box in alto: I box in alto: QUELLI CHE LA DANZA MARATONA CAMPANA.

Sempre in alto: Il teatro. IL PROF ORLANDO IN CATTEDRA AL VERDI.

E poi: Il lutto. ADDIO A DON MATTEO IL RE DEL GELATO BIO

le cronache

 

 

 

Sul giornale Le Cronache in prima pagina:

Vertice in Procura. Tremano nel Pd. Sul tavolo anche le telefonate tra Mastursi e Esposito (Esa) per gli imbrogli nelle votazioni a Nocera. A Napoli bocciato il ricorso di Bassolino: pronta una lista indipendente: “Sentenza preconfezionata”. 4 Pm in riunione per le inchieste su Ifil, Piazza, tesseramento e primarie.

Ed ancora: Camorra e politica: dall’Agro a Pompei “rischiano” in molti. Alfonso Loreto è il nuovo pentito. E’ il figlio di Pasquale, il killer di Alfieri.

Sempre in apertura: Albanella. Il riesame conferma il sequestro del depuratore.

A centro pagina: Il delitto del carrozziere. Amanti diabolici? Via alla perizia. L’incarico per Luca e Daniela affidato al professor. Crisci: troppe incongruenze nelle dichiarazioni.

Ed ancora: Salerno. Fonderie Pisano: via libera dalla Regione.

E poi: Capaccio. La Santoro a Processo con Mendetta e altri 4.

Taglio basso: E’ morto Matteo Napoli. Era il re dei gelati.

 

LA FOTO RASSEGNA STAMPA

#Salerno, le prime pagine dei giornali: la foto rassegna stampa

Pubblicato da salernonotizie.it su Mercoledì 9 marzo 2016

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.