Un anno fa ci lascia Zac, Dario Cioffi lo ricorda così su Metropolis

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Zaccaria_Tartarone_2Se il tempo fosse un gambero, e quella “bestia” che lui chiamava semplicemente “il suo avversario” – in una partita immaginaria in cui sapeva e però non diceva di giocarsi la vita – non se lo fosse portato via, ora Zak avrebbe un volto scuro come la notte. Ché no, di perdere una partita che la Salernitana avrebbe meritato di vincere, e ch’era riuscita almeno a pareggiare dopo essersi inaspettatamente ritrovata sotto, proprio non l’accettava.

Si sarebbe fatto cento volte la tribuna stampa, dal centrocampo alla Curva Sud, e ritorno, consumando le scarpe e “bruciando” un pacchetto di sigarette, tra un sorriso agli amici e un’occhiata “storta” ai salutisti che con lo sguardo provavano a dirgli che lì era vietato fumare. Nostalgia canaglia, di quel “vecchio” («ma io so’ nu’ giovanotto, e arrivateci voi all’età mia», ripeteva come un disco rotto, senza che ci si stancasse mai di sentirlo) professore prestato al giornalismo.

Accadde oggi, un anno fa. All’alba d’un maledetto 13 marzo. Zaccaria Tartarone era malato da un po’, eppure agli amici di sempre aveva semplicemente detto che stava «giocando una partita difficile». Rassicurando dopo le cure: «Siamo 2-0 per me». Deve averlo rimontato, quell’infame d’un tumore che l’ha sconfitto troppo presto. Chi crede nell’Altra Vita, ora lo immagina nel mondo dei Giusti, “incazzato” di brutto, ché da lassù i pasticci della difesa granata forse si vedono ancora più nitidi. Ovviamente, Zak sarebbe tra quelli che sperano ancora, e che se sentisse adesso parlare di retrocessione si farebbe pure una “toccatina” scaramantica. Ovunque tu sia, sbollita la rabbia, scrivici due righe in punta di penna, caro Prof…

Dario Cioffi (Metropolis)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.