Fonderie Pisano: per la Cisl Salerno l’azienda è incompatibile con il territorio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Matteo_Buono_CISLSulla questione della delocalizzazione delle fonderie Pisano scende in campo anche la Cisl salernitana. “Oramai è un dato di fatto che le attività della fonderia siano incompatibili con il territorio su cui è ubicato. Si è, ora,  a un punto di non ritorno e devono essere prese immediatamente tutte le decisioni che consentono all’azienda di essere accompagnata nell’iter per spostare l’impianto e non avere più scusanti. I posti di lavoro che vanno tutelati , non possono fare da scudo al mancato rispetto degli obblighi in tema di tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini” ha dichiarato il segretario generale della Cisl Salerno, Matteo Buono (nella foto). Sul tavolo rimangono tra le ipotesi di delocalizzazione quelle  presentate da quasi due anni dall’Asi: il suolo della ex Pennitalia, l’ex Ideal Standard e gli ex Fonditori Salerno.

“Si è già perso troppo tempo, sapendo che per trasferire le attività in un nuovo stabilimento occorrerebbero almeno un paio di anni – ha continuato Buono – per cui è importante stabilire un crono programma che dia certezze ai cittadini della zona, di cui condividiamo le ragioni della loro mobilitazione, attraverso il Comitato “Salute e Vita“. Contemporaneamente  è necessario mantenere alta la vigilanza sull’attività posta in essere dall’azienda per la delocalizzazione e  che l’Arpac monitori costantemente  l’emissione dei fumi nell’ambiente nel rispetto delle prescrizioni  antinquinamento”. Infine, un invito al prefetto Malfi.

“Speriamo che ai futuri incontri in prefettura su questa problematica possano essere invitati anche  i rappresentanti del comitato “Salute e Vita”  e delle altre più rappresentative organizzazioni sindacali provinciali, in quanto portatori di interessi che vanno ben oltre la rappresentanza dei lavoratori attualmente impegnati dall’azienda. “

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. so solo che, dal 1970 a tutt’oggi, non si contano più i condoni per abuso edilizio approvati dai sodali politici dei sindacalisti, di ieri come di oggi; e so anche che gli eletti di ieri e di oggi non potevano essere migliori degli elettori che li hanno votati. Ieri, come oggi….!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.