Tra futuro societario e riforma campionato, meglio pensare al campo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Lega_serie_BTra possibili riforme dei campionati o cessioni societarie, l’attenzione rischia di allontanarsi dal campo. È bene ribadire che, nella fase cruciale della stagione, con una salvezza da conquistare con le unghie e con i denti, lo sguardo deve essere rivolto solo al rettangolo verde. Inutile ora dare credito alle voci di un possibile addio di Lotito. Se ne parla a Salerno come a Roma per la Lazio ma questi sono argomenti che passano in secondo piano. C’è una serie B da difendere con tutte le proprie forze. E potrebbe essere altamente rischioso pensare di farlo attraverso forze per così dire esterne, aspettando che altre società vengano penalizzate o addirittura cancellate per problemi economici.

Oggi la maggior parte dei club di serie B presenta bilanci negativi e non va molto meglio in serie A. Tra le società più a rischio ci sono Como, Vicenza, Latina, Lanciano e Livorno ma le difficoltà, come detto, riguardano tante altre realtà. Storie già viste, basta ricordare quanto successo appena un anno fa quando le retrocesse Brescia e Virtus Entella furono riammesse in serie B dopo il fallimento del Parma e lo scandalo che travolse il Catania. La situazione di profondo rosso nei conti economici potrebbe accelerare quella ipotesi di riforma della serie B con Abodi che spinge per un campionato a 20 squadre. Riforma che la Lega Pro ha già vissuto, nel 2013/2014, con la riduzione a 60 squadre e la cancellazione della seconda divisione.

Era la stagione in cui la Salernitana, da nona in classifica, perse i playoff contro il Frosinone, oggi in serie A. Giusto seguire con attenzione l’evolvere degli eventi ma testa e gambe devono essere solo sul campo. Innanzitutto su quello del Curi perché la trasferta di sabato a Perugia è molto insidiosa. Poi ci sarà il Bari all’Arechi ma è meglio pensare ad una partita alla volta. Ecco perché la scadenza del 30 giugno, quando dovranno essere presentati i bilanci delle società, è importante ma rischia di essere fuorviante. Forse la classifica di serie B, ancora una volta, sarà riscritta fuori dal campo ma questo poco deve importare ad una Salernitana che ha il dovere di crederci e di battersi per una salvezza da conquistare entro il 20 maggio oppure tramite i playout. Poi si vedrà…

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. gia volete essere ripescati prima ancora di retrocedere siete il massimo voi slaernitani

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.