Rassegna stampa: i giornali salernitani in edicola giovedì 17 marzo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
giornali_rassegnaEcco i titoli delle prime pagine sui giornali La Città, Metropolis, Mattino e Le Cronache. Rassegna stampa a cura di Salernonotizie

 

 

 

FOTO_SINGOLA_CITTA

 

 

Sul quotidiano LA CITTA’ il titolo di apertura è:

Fonderie, scontri e feriti al presidio. Attivisti aggrediti da alcuni operai. I lavoratori: non siamo assassini.

Di lato: LA TENSIONE AIUTA SOLO I RESPONSABILI (di Gennaro Avallone).

Ed ancora: MARTINA, ENZO E LA FOTO CAPOVOLTA (di Marcello Ravveduto)

A centro pagina: «Non tagliamo ospedali». Il commissario Polimeni anticipa le linee guida del piano sanitario

Di spalla: Enti e trasparenza. Stipendio d’oro per il segretario della Provincia.

Sempre di spalla: Vietri sul Mare. In cinque a processo per gli abusi al Fuenti.

E poi: Cava de’ Tirreni. Sosta “negata” al Liceo. Allievi contro parroco.

Taglio basso: C’era una volta il mercato del centro storico (di Fiorella Loffredo).

Ed ancora: La cultura. Carotenuto dipinge la Passione.

I box in alto: Centrodestra nel caos. Adinolfi lascia Fi e si candida a sindaco con una lista civica.

E poi: OPERAZIONE LEPENISTA NELLA CAPITALE (di Andrea Sarubbi).

FOTO_SINGOLA_METROPOLIS

 

 

Sul quotidiano METROPOLIS la notizia di apertura è:

Fonderie Pisano, violenza e paura: guerra tra poveri. Gli operai della fabbrica di Salerno colpiscono gli attivisti, scattano le denunce. Contestate le istituzioni.

Ed ancora: Commissione d’accesso a Scafati. Appalti e clan, il ministero dell’Interno firma i decreto per avviare la verifica degli atti al Comune. Le gare ad affidamento diretto nel mirino dell’indagine condotta dal pm Antimafia Montemurro.

A centro pagina: Salerno. Polimeni: «Non chiuderemo gli ospedali». Il commissario alla sanità allontana i fantasmi sul futuro dell’azienda Ruggi.

Ed ancora: Salerno. Offese e diffamazione, Saviano parla in aula.

E poi: Pagani. Innamorata di una minore. Condannata la spasimante.

Taglio basso: Salerno. Centrodestra in frantumi: Centrodestra in frantumi: si candida anche Adinolfi.

Sempre in basso: Capaccio. Salvò in mare due bambine, sentenza choc per il bagnino.

A fondo pagina: Lo sport di Metropolis. Vandali e letame. Il Club del Napoli apre sotto scorta.

Ed ancora: Serie B. Salernitana in emergenza. Ma Menichini non cambia

E poi: Lega Pro. Paganese, febbre da derby. La società “chiama” i tifosi.

 

FOTO_SINGOLA_MATTINO

 

 

Sul quotidiano IL MATTINO in prima pagina troviamo:

Fonderie Pisano, la guerra dei poveri. La rivolta degli operai: «Non siamo assassini». Aggrediti Martina e due cronisti. Alta tensione davanti alla fabbrica, scontri tra dipendenti e manifestanti. La denuncia dell’imprenditore: «Incidenti prevedibili, ha prevalso la rabbia».

Ed ancora: Il commento. Rispetto e buon senso (di Guido Panico).

Di spalla: Il personaggio. «Io, lavoratore esasperato chiedo scusa».

La foto notizia: Sindaco e assessori sotto assedio: «Niente può giustificare la violenza»

A centro pagina: Adinolfi lacera Forza Italia e va con gli ultracattolici. Nuova frattura nel centrodestra. E Salvini molla Amatruda. Raffaele accetta la corte di Mario correrà con il Popolo della famiglia: «Difendo i valori in cui credo.

Ed ancora: Il retroscena. Dieci piccoli indiani un regalo per Napoli.

Di lato: La mobilità. Vigili a pezzi i 160 superstiti del concorsone.

Ed ancora: La sanità. Rete emergenza la promessa del commissario.

Sempre di lato: L’ambiente. Costiera fragile fermo il progetto anti-dissesto.

Taglio basso: L’inchiesta / 1. Appalti al Campus otto indagati con Tommasetti.

Sempre in basso: L’inchiesta / 2. Accuse ad Aliberti la prefettura chiama il Viminale.

I box in alto: L’arte. CENTO OPERE IN MOSTRA A PALAZZO FRUSCIONE.

Sempre in alto: Il teatro. SCARPATI & SOLARINO SCOLA IN SCENA AL VERDI.

E poi: Il calcio. LA SALERNITANA RITROVA CODA E DONNARUMMA.

le cronache

 

 

 

Sul giornale Le Cronache in prima pagina:

Picchiata Martina. Fonderie: è bufera. Contestati anche l’assessore Calabrese e il sindaco Napoli giunti sul posto dopo il fattaccio. Fu il Comune nel 2012 a dare il via libera alla fabbrica nella Conferenza dei servizi. Aggrediti da dipendenti i giornalisti di Fanpage e altri manifestanti. Distrutto il presidio.

Ed ancora: Ruggi. Non timbravano il cartellino. Inchiesta su 161 docenti e primari.

A centro pagina: Il bagnino eroe non doveva salvare 2 bimbe. Per il giudice Pierluigi Caroccia non avrebbe dovuto
lanciarsi da solo in acqua per aiutare due ragazzine. Sconcertato il giovane di Capaccio.

Ed ancora: Pagani. La curia vuole censire i portatori. E’ polemica.

E poi: Caso Fuenti. Un nuovo processo per Mazzitelli e altri quattro.

Taglio basso: Salerno. Azzurri allo sbando. Adinolfi lascia Forza Italia e si candida con Adinolfi.

 

 

LA FOTO RASSEGNA STAMPA

#Salerno, prime pagine dei giornali salernitani in edicola giovedì 17 marzo 2016

Pubblicato da salernonotizie.it su Mercoledì 16 marzo 2016

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.