Cartelle Equitalia: ecco come è possibile ‘rottamarle’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
cartelle_pazzaArriva la tanto attesa rottamazione delle cartelle di pagamento notificate da Equitalia: misura di cui si parla già da diversi anni, ma mai portata a compimento. È stato infatti presentato in Senato il Ddl per la cancellazione definitiva dei ruoli recapitati, da Equitalia, a cittadini e imprese in difficoltà economica per recuperare tasse e contributi.

Viene, in pratica, previsto un meccanismo per la definizione agevolata dei debiti di quei contribuenti impossibilitati a pagare tutto il debito accumulato con il fisco. Il testo, preparato grazie anche al supporto del Movimento oppressi dal Fisco (Mof), prevede che sia Equitalia a proporre ai cittadini in difficoltà di definire “a saldo e stralcio” la propria posizione debitoria. Il cittadino dovrà comunicare l’accettazione della proposta e procedere al pagamento:

– per importi inferiori a 50mila euro: in 8 rate trimestrali (ossia in 2 anni);

– per debiti dovuti oltre quota 50mila euro: in 12 rate trimestrali (ossia in 3 anni). Il richiamo nel testo a “tasse e contributi” lascia pensare a una ampia applicazione della normativa, escludendo probabilmente solo le multe stradali.

Il saldo e stralcio, ossia la transazione con il creditore, è un istituto che non trova applicazione nell’ambito dei rapporti con lo Stato e, in particolare, con l’Agente della riscossione, atteso il principio di pari trattamento di tutti i cittadini e l’impossibilità, quindi, di definire ipotesi di trattativa personalizzate con ciascuno di essi. Una forma di saldo e stralcio l’ha introdotta la cosiddetta legge “salva suicidi” sul sovrindebitamento, dando la possibilità, al debitore impossibilitato a corrispondere gli importi richiesti, di ricorrere al giudice per ottenere un taglio dell’importo dovuto a Equitalia (in questo, da apripista ha fatto una importante sentenza del Tribunale di Busto Arsizio).

 

Fonte www.laleggepertutti.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.