Giro di vite contro la prostituzione, multe per abiti e look provocanti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
prostituta_vigili_urbani_salernoControlli più serrati per combattere il fenomeno della prostituzione in città che sembra stia subendo un migrazione dalla zona orientale al centro. La segnalazione arrivata l’8 marzo sul tavolo del sindaco di Salerno Vincenzo Napoli ha determinato un aumento dei controlli per arginare il fenomeno. A darne notizia il quotidiano Il Mattino oggi in edicola.

Confermate le sanzioni in vigore con il pagamento per i trasgressori di una multa di 500 euro. Attenzione rivolta all’abbigliamento ma anche all’atteggiamento delle adescatrici, mentre per i clienti scatterà la multa anche con la semplice fermata al fine di contattare le meretrici. Per la lotta alle prostituite e ai clienti saranno avviati controlli in borghese dei vigili anche in orario notturno.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Capisco e condivido il senso dell’ordinanza, perché è un fenomeno dilagante che va represso, ma mi pongo un problema circa il modus operandi di chi dovrà poi far rispettare tale ordinanza, e certo perché oggi è molto difficile distinguere, almeno nell’abbigliamento queste signore dedite al meretricio da tante comuni signore e signorine che passeggiano per il Lungomare, Corso ecc..
    Badate è un problema non da poco!!!!!

  2. continua il festival dell’assurdo sulla strada per la dittatura!
    Adesso vorrebbero controllare anche come ci dobbiamo vestire?? arriveranno i vigili con il metro per decidere se una gonna è lunga abbastanza?? e poi la sinistra sbraita contro il bigottismo della Chiesa e/o del Vaticano!??!? fino a prova contrario un prete o addirittura il Papa non ha NESSUN potere reale su come ci si debba vestire! al massimo mi condanna moralmente ma certamente non mi fa una multa di 500 € che influisce notevolmente sulla mia vita e la mia famiglia..

    Posso capire se una persona viene scoperta facendo sesso in pubblico.. ma un’auto che si ferma a contrattare (???) prestazioni può al massimo essere sanzionata per divieto di fermata e SOLO SE è espressamente segnalato!

    e poi, COME lo si dimostra che sta contrattando??? che differenza c’è tra una fermata di 1 minuto per chiedere informazioni e una di 1 minuto per chiedere il prezzo di una prestazione??!??!

    ridicolo e anticostituzionale.. ma ormai della nostra ottima Costituzione del 48 non è rimasto più nulla, è un’appendice dei trattati sovranazionali voluti dai VERI mmiliardari e potenti nel mondo, con buona pace delle finte sinistre dei diritti del popolo..

  3. vigili in orario notturno? ma se non ci sono neanche di giorno!! altra propaganda al vento!!

  4. Se questo è il modo di operare?!? Multe per divieto di fermata senza divieto. Multa per abiti succinti…. dov’è scritta questo articolo…. la tv dovrebbe essere allora multata in modo permanente e le veline…… bisognerebbe buttare la chiave. Siamo in un paese di ipocriti…. ah no! Siamo in campagna elettorale, dimenticavo!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.