Pasqua: già aperti il 50% degli stabilimenti balnerari

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
spiaggia-di-Santa-Teresa_pomeriggio_2Pasqua al mare? E perché no… Uno stabilimento su 2 nei prossimi giorni sarà aperto e molti di loro avranno la maggior parte dei servizi di spiaggia già attivi. A fare i conti sul piccolo anticipo di mare possibile, nonostante la Pasqua a marzo, è Riccardo Borgo, presidente del Sindacato Italiano Balneari, aderente alla Fipe Confcommercio che associa circa 10.000 stabilimenti balneari.

“Senza dubbio l’affluenza in spiaggia dipenderà dalle condizioni atmosferiche – continua Borgo – ma siamo ottimisti dal momento che le previsioni sono abbastanza buone su tutta la Penisola ed indicano le località di mare quale meta preferita per trascorrere queste vacanze.

La Pasqua per le nostre imprese è sempre coincisa come test per la stagione estiva, quest’anno, anche se la festività è ‘bassa’, oltre 5.000 imprese aderenti al sindacato sono già oggi in grado di garantire i propri servizi”. In caso di maltempo, poi, gli imprenditori balneari si sono già organizzati con molte proposte alternative: sale tv, tavoli da gioco per adulti, spazi di intrattenimento riservati ai bambini, tornei di carte e addirittura lampade abbronzanti per i patiti della ‘tintarella a tutti i costi’.

Per quanto riguarda le tariffe dei servizi di spiaggia, la maggior parte degli imprenditori ha già anticipato che non le modificherà rispetto al 2015, ma, anzi, saranno riproposti i pacchetti convenienti e le offerte low-cost che tanto hanno avuto successo negli ultimi anni.

“Abbiamo l’esigenza di una riforma che definisca il nostro futuro – conclude Riccardo Borgo – e che contenga alcuni punti fermi, quali: il legittimo affidamento, il riconoscimento della proprietà delle imprese (anche se sorgono su suolo pubblico), il doppio binario (evidenze pubbliche immediate per le nuove concessioni e 30 anni di periodo transitorio per le attuali imprese), lo spostamento della linea demaniale (laddove è possibile), il riconoscimento del valore di mercato e la revisione dei canoni demaniali, (troppo squilibrati soprattutto per i pertinenziali)”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. PER FAVORE,EVITATE DI DIRE PALLE DI QUESTO LIVELLO,MA QUALI STABILIMENTI BALNEARI APERTI A PASQUA!!!!???

  2. Spostamento linea demaniale? periodo transitorio di 30 anni? Legittimo affidamento???…Questa è gentaglia che si è letteralmente appropriata del suolo pubblico con la connivenza di una classe politica corrotta che ha permesso la distruzione della linea balneare italiana. L’unica cosa positiva dell’UE è stata quella di imporre al legislatore di far sloggiare questi individui. e noi che facciamo? Inseriamo una norma che impone al concessionario subentrante di pagare le migliorie (cioè le costruzioni in cemento armato realizzate sulle spiagge) al precedente. Risultato: chi mai parteciperà ad una gara per una concessione di pochi anni (come deve essere) se deve sborsare enormi somme di danaro da pagare al vecchio concessionario (la gentaglia di cui sopra)? Ovviamente sarà il concessionario ladro di prima.
    Una postilla per l’eccelso giornalismo di salernonotizie. Ma porca miseria, alza il sedere dalla sedia e fai qualche inchiesta seria invece di scrivere idiozie e fare i soliti servizi per gli amici tuoi. Ci sarebbe tanto si cui scrivere e tu che fai? ricicli quelle notizie da quattro soldi culi e tette da altri giornali on line, rigiri i comunicati stampa delle forze dell’ordine oppure fai finta di aver fatto qualche intervista a qualche amico che in realtà ti ha mandato tutto impacchettato (vedi Antonino Papa e figli di De Luca). Ricorda quando hai scelto di fare il giornalista e fai la persona seria.
    Marco Gullo

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.